La Colombia estrada il principale trafficante di droga negli Stati Uniti

La Colombia ha estradato Dairo Antonio Usuga (50) negli Stati Uniti, riferisce il presidente colombiano Duque. Usuga, noto anche come Otoniel, è il capo del Clan del Golfo. Fino allo scorso ottobre è stato arrestato era il trafficante di droga più ricercato in Colombia.

Secondo Duque, “la legge trionfa” con l’estradizione di Usuga. Duque lo definisce “uno degli spacciatori e criminali più pericolosi del mondo, abusatore di bambini, assassino di leader sociali e polizia”. Usuga è stato arrestato a Bogotà e trasferito negli Stati Uniti tramite un aeroporto militare.

Le vittime di Usuga hanno cercato di impedire la sua estradizione perché credevano che dovesse essere processato prima in Colombia. Se ha scontato la pena negli Stati Uniti, sarà punito anche quando tornerà in Colombia, dice Duque.

Estremamente giusto

Il Clan del Golfo è il più grande cartello della droga della Colombia. Questo contrabbandava circa 200 tonnellate di cocaina all’anno. La caduta di Usuga può essere paragonata solo a quella di Pablo Escobar negli anni ’90, ha affermato il presidente colombiano.

Gli Stati Uniti osservano Usuga dal 2009. È sospettato di traffico di droga e sostegno a organizzazioni paramilitari di estrema destra, considerate terroristi dagli Stati Uniti. I 1.800 membri armati del Clan del Golfo sono reclutati principalmente da queste organizzazioni in Argentina, Brasile, Honduras, Perù e Spagna.

La Colombia afferma che Usuga è responsabile della morte di centinaia di agenti di sicurezza e soldati. La Colombia accusa anche lui e altri membri del cartello di aver abusato di numerose donne minorenni.

22 elicotteri

READ  Le FAQ di Repubblica: risposte alle domande dei lettori sulle seconde case, sui viaggi all'estero e su quanto si può stare insieme a Pasqua e Pasquetta

Usuga era in fuga da anni. La Colombia ha offerto circa 700.000 euro per la mancia che avrebbe portato al suo arresto, gli Stati Uniti erano disposti a pagare 4 milioni di euro. È stato arrestato durante un’operazione dell’esercito e della polizia nel nord della Colombia, al confine con Panama.

Sono stati schierati 500 soldati e 22 elicotteri. Gli Stati Uniti e il Regno Unito lo hanno aiutato a trovarlo. Usuga aveva diversi nascondigli nella campagna colombiana. Non ha usato un telefono per evitare il rilevamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.