La Corea del Nord parla di “grave emergenza” dopo la prima infezione da corona ORA

La Corea del Nord ha ufficialmente segnalato per la prima volta l’infezione da virus corona nel paese giovedì. Il capo Kim Jong-un ha annunciato un blocco. Finora, le autorità hanno affermato che il paese ermeticamente chiuso era stato protetto dalla pandemia.

L’agenzia di stampa statale KCNAO, che ha annunciato la contaminazione, parla di “grave emergenza nazionale”. Secondo l’agenzia di stampa, si tratta della sottovariante omikron BA.2 altamente contagiosa.

La lettura della Corea del Nord secondo cui nessuno ha contratto la corona nel paese negli ultimi due anni è altamente poco plausibile. Ad esempio, un anno fa Kim ha licenziato diversi alti funzionari che non hanno attuato correttamente la politica corona del governo.

Questi dipendenti avevano causato “una grave crisi”, ha detto il manager, che non è entrato nei dettagli. La Corea del Nord condivide con la Cina un confine difficile da sorvegliare di quasi 1.500 chilometri. Nella città di confine cinese di Dandong, tra l’altro, il numero di infezioni è aumentato notevolmente nelle ultime settimane.

L’ufficio presidenziale della Corea del Sud vuole fornire aiuti umanitari alla Corea del Nord dopo la conferma dell’epidemia di corona, ha riferito la Corea del Sud notizia

READ  Covid, il CTS spagnolo: "Chiudere urgentemente le discoteche e tenere conto del coprifuoco". La Catalogna reintroduce misure restrittive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.