La Ferrari è sicura: Charles Leclerc avrebbe vinto a Baku senza arrendersi

La Ferrari è sicura: Charles Leclerc avrebbe vinto a Baku senza arrendersi

Sfortunatamente, il Gran Premio dell’Azerbaigian non ha avuto il tanto atteso duello titanico Max Verstappen e Charles Leclerc† Quest’ultimo pilota ha trovato il suo waterloo dopo venti giri sul circuito di Baku City e Verstappen è riuscito a veleggiare verso la vittoria. Con la squadra di Ferrari si ritiene che il montecarlo abbia vinto la gara senza problemi.

Leclerc ancora una volta non è riuscito a convertire la sua quarta pole position consecutiva alla vittoria a Baku domenica. Il monegasco non parte bene e viene superato Sergio Perezma grazie a un trucco alla Ferrari attorno alla safety car virtuale che è Carlo Sainz uscito in pista, Leclerc è riuscito a risalire in testa. Con una strategia diversa rispetto a Verstappen, parte alla ricerca di un’altra vittoria, ma da quella posizione la sua F1-75 ha ceduto il fantasma.

Buon intervento Ferrari

Era quindi la fine dell’esercizio per Leclerc e Verstappen poteva tranquillamente puntare alla vittoria. Christian Horner in seguito ha affermato che Verstappen avrebbe vinto anche senza che il suo rivale si fosse ritirato, ma la Ferrari non è d’accordo. Spiega Iñaki Rueda, responsabile della strategia degli italiani. “Quando Carlos si è fermato, ci siamo resi conto che una safety car virtuale era plausibile. Ci stavamo preparando per un pit stop di Charles, se fosse successo”.

Pit-stop economico

E questo è effettivamente diventato vero. “E’ stato fondamentale per la nostra gara. Perché? Perché un pit stop durante la virtual safety car impiega circa dieci secondi in meno di un normale pit stop. Per questo Charles è riuscito a fare il suo unico pit stop ai box della gara con molto meno perdite delle Red Bull. Dopo questo periodo, Charles era pronto per andare al traguardo con le sue gomme dure. La Red Bull ha cercato di continuare il più a lungo possibile sulle medie, ma hanno perso molto tempo. Le nostre simulazioni mostrano che Charles è entrato la gara senza che altre safety car virtuali battessero facilmente Verstappen.”

READ  Balotelli in Nazionale? Ci pensa Mancini per lo stage di mercoledì - Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *