La follia nel Brandeburgo uccide sua moglie e tre figlie per un falso Green Pass. Poi si suicida

Una strage familiare per un falso Green Pass. Sabato il ritrovamento dei cinque corpi senza vita, in questa casa alla periferia di Senzig, frazione del comune di Koenigs Wusterhaus a sud di Berlino: padre, madre e tre figlie. Due giorni dopo, sembrava che fosse stato il padre a uccidere tutti, prima di puntargli contro la pistola. Oggi, dopo la scoperta della lettera d’addio, è emersa l’incredibile motivazione dell’uomo: Devid R. – così si chiama secondo la Bild – ha deciso di sterminare la famiglia dopo aver scoperto di aver falsificato il certificato di vaccinazione della moglie.

Per paura di essere arrestato e di vedersi portare via le figlie. Come ha confermato al tabloid l’avvocato Gernot Bantleon, il padre – insegnante in un liceo professionale di Wildau – aveva appreso che i suoi superiori erano stati messi a conoscenza del Green Pass contraffatto. Da qui la terribile decisione del quarantenne. Secondo le prime ricostruzioni dei fatti, il padre ha ucciso prima la moglie Linda, anch’essa di 40 anni, poi le tre figlie, rispettivamente di 10, 8 e 4 anni. Alla fine si è suicidato.

È stato un vicino a trovare i corpi e ad allertare la polizia. Che una pistola sia stata trovata anche nella casa unifamiliare bianca di questa città nel Land di Brandeburgo, anche se non è ancora chiaro se si tratti effettivamente dell’arma del delitto. Come confermato dalle autorità brandeburghesi, ci vorrà ancora qualche giorno per conoscere gli esiti delle autopsie.

READ  Coronavirus nel mondo: contagi, aggiornamenti e tutte le novità della situazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *