“La Germania accetta di fornire Leopard 2 all’Ucraina, Scholz licenzia dopo l’accordo con gli Stati Uniti” | All’estero

La Germania sta rilasciando il tanto discusso carro armato principale Leopard 2 per l’Ucraina, secondo vari media tedeschi. Segnalato oggi Il giornale di Wall Street che gli americani sono pronti a inviare carri armati Abrams. Una condizione importante perché il cancelliere Scholz cambi rotta.

Un altro giorno senza chiarezza su un impegno tedesco per il Leopard 2 sembrava passare. Un altro tempo prezioso sprecato per i combattenti ucraini. Ma, stasera segnalato Lo specchio che il cancelliere Olaf Scholz accetta comunque di fornire il principale carro armato tedesco.

L’Ucraina ha chiesto per settimane armi sempre più pesanti dall’Occidente per difendersi dall’invasore russo. Molti alleati occidentali hanno reagito rapidamente. Berlino ha promesso di inviare 40 veicoli da combattimento Marder all’inizio di quest’anno. Ma soprattutto Kiev voleva quest’altro mezzo da combattimento di fabbricazione tedesca: il Leopard 2.

Questo veicolo da combattimento veloce e agile, impiegato dal 2001, il membro della SPD Scholz non voleva solo liberarsi. La Germania non era autorizzata Kriegspartei i socialdemocratici tedeschi hanno continuato a difendere la decisione del loro cancelliere. Gli alleati, in particolare gli Stati Uniti, non furono impressionati da questo argomento. La scorsa settimana alla base aerea di Ramstein, il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha intensificato le pressioni sul suo collega Boris Pistorius affinché agisse più rapidamente.

Leggi anche: I Paesi Bassi intendono acquistare carri armati tedeschi per il campo di battaglia ucraino

Trattare con gli Stati Uniti

Segnalato oggi Il giornale di Wall Street che gli americani sono pronti a inviare carri armati Abrams in Ucraina. La spedizione doveva far parte di un accordo diplomatico con la Germania in cui Berlino avrebbe accettato di inviare un numero minore dei propri carri armati Leopard 2 e avrebbe anche approvato la consegna di carri armati di fabbricazione tedesca da Polonia, Finlandia e altri paesi. L’impegno degli Stati Uniti sarebbe per Scholz una condizione importante per consentire il passaggio anche dei carri armati tedeschi. Ma secondo il Cancelliere, il Bundeswehr aveva bisogno di più tempo per vedere se i carri armati erano collegati ai sistemi dei partner e quanti veicoli erano disponibili.

READ  Immersione rituale shock. Il bambino riceve il battesimo e poi la morte inaspettata

Le forze armate tedesche sembrano avere 312 Leopardi, di cui solo 19 veicoli corazzati potrebbero essere utilizzati immediatamente, scrivono i media tedeschi. Due terzi dei carri armati da combattimento sono con i produttori di armi per la manutenzione e la riparazione.

A causa del rilascio, anche altri paesi proprietari del Leopard 2 potrebbero decidere di inviare il carro armato in Ucraina. Nei giorni scorsi, la Polonia in particolare è stata in rotta di collisione con la Germania, e Varsavia ha minacciato di fornire i veicoli da combattimento all’Ucraina, se necessario, senza il permesso di Berlino.

Capo della NATO

Il rapporto su Leopard 2 arriva il giorno in cui il capo della NATO Jens Stoltenberg ha incontrato Boris Pistorius, il nuovo ministro della Difesa tedesco, a Berlino. “La decisione sarà presa presto”, ha detto Pistorius, un confidente di Scholz, inducendo la Germania a rinviare la sua decisione.

Contro ogni critica del governo federale, il ministro ha sostenuto che la Germania, dallo scoppio della guerra, ha messo a disposizione circa 3,3 miliardi di euro per il sostegno militare all’Ucraina. “Al di fuori degli Stati Uniti, solo il Regno Unito può competere con questo.”

Il capo della NATO Jens Stoltenberg (a sinistra) e il ministro degli Esteri tedesco Boris Pistorius a Berlino martedì scorso. © REUTERS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.