La Grande Guerra: Panoramica del fronte occidentale

La Grande Guerra: Panoramica del fronte occidentale






Titolo La Grande Guerra: Fronte Occidentale
piattaforma Steam, negozio epico
Sviluppatore set di petroglifi
Editore Fonderia di frontiera
Data di rilascio 2023

Nel 2022 le guerre funzionano in modo diverso rispetto a circa cento anni fa, ma anche allora c’era già un cambiamento. Fare la guerra una volta era un affare quasi cerimoniale. Orgogliosamente vestiti con costumi colorati, gli uomini cavalcarono i loro cavalli sul luogo di una battaglia per affrontare l’esercito nemico. Su questo campo di battaglia, il vincitore è stato deciso. Questo può essere un po’ esagerato, ma il fatto è che la guerra normalmente è rimasta lontana dal resto della popolazione. La prima guerra mondiale lo ha cambiato. Sul fronte occidentale, i combattimenti si svolsero su tutta la larghezza della linea del fronte, che si estendeva dalla costa belga del Mare del Nord al confine franco-svizzero. Interi villaggi sono stati spazzati via dalla faccia della terra.

Inoltre, la prima guerra mondiale portò all’introduzione di armi molto più letali. Laddove un tempo il combattimento corpo a corpo era comune, questa guerra è diventata il dominio di mitragliatrici, colpi di mortaio, lanciafiamme e gas velenosi. Ha dato origine a battaglie incredibilmente cruente, come la battaglia di Verdun, che ha causato così tante vittime che i soldati lo soprannominarono “il tritacarne”. Altrove, nella Somme, gli Alleati persero 630.000 uomini in quattro mesi, mentre l’esercito tedesco ne perse 450.000. Questa battaglia, durata quattro mesi, diede agli Alleati un guadagno totale di dieci miglia di territorio.

È in particolare quest’ultima informazione che lo studio di sviluppo Petroglyph Games ha messo al centro del gioco di strategia The Great War: Western Front. Il gioco consente ai giocatori di agire come comandanti degli Alleati o delle “Potenze Centrali” per vedere se riescono a vincere la prima guerra mondiale. Il gioco si svolge interamente intorno alla linea del fronte attraversando Belgio e Francia. Questa prima linea potrebbe cambiare durante il gioco, ma non sarà facile. I produttori sottolineano che la prima guerra mondiale è stata una guerra in cui è stato combattuto ogni metro. Questo effetto dovrebbe essere evidente in The Great War: Western Front.

Il giocatore riceve così il comando di uno dei due campi del gioco.La guerra, ovviamente, inizia nel 1914 e da lì la missione è abbastanza semplice: respingere gli eserciti nemici e vincere la guerra. Inoltre, c’è anche la possibilità di far durare la guerra più a lungo rispetto al 1918. Il gioco copre un periodo dal 1914 al 1919. A seconda di come guidi i tuoi eserciti e fai la guerra, c’è la possibilità che “non sia finita nel 1918 .. arriva a una tregua e alla capitolazione degli Imperi Centrali, ma che i combattimenti continuano da tempo.

La guerra può essere vinta in diversi modi. Ad esempio, esiste un’opzione per rilevare il capoluogo regionale da un altro. Se le potenze centrali riescono a prendere Parigi, la battaglia è finita. È molto difficile, ma fortunatamente c’è un’altra soluzione. Durante la campagna vedrai una barra con un determinato punteggio per ciascuna delle partite. Questo punteggio indica la “volontà nazionale”, ovvero la volontà di questo partito e del suo popolo di continuare la guerra. Guadagnando torri e terreno, guadagni la volontà nazionale e perdendole, perdi. Se la Volontà Nazionale raggiunge lo zero, quella parte non è più in grado di combattere e ha perso la guerra.

READ  Francesca Fioretti, l'ex dei paparazzi Astori con Kolarov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *