La guerra in Ucraina costringe i servizi segreti ad aprirsi, “per battere Putin”

La guerra in Ucraina costringe i servizi segreti ad aprirsi, “per battere Putin”

Il fatto che il lavoro dei servizi di intelligence sia più visibile può fare appello al generale in pensione Pieter Cobelens. Cobelens è stato il capo del servizio di intelligence militare olandese MIVD tra il 2006 e il 2011. “Ai miei tempi, non mi è mai stato permesso di apparire nella foto. Ma ho implorato da tempo che la Difesa presentasse generali più spesso attivi in ​​servizio , ad esempio nei talk show. È meglio dimostrare che lavori sodo e che c’è molta conoscenza “, afferma Cobelens.

Spiega: “Quello che a volte viene dimenticato è che la guerra dell’informazione è importante, tra l’altro, anche per l’opinione pubblica. E in questa guerra, forse è ancora più importante, perché un’enorme quantità di informazioni è disponibile su molti canali diversi. “

contrappeso

Da questo punto di vista, la relativa apertura dei servizi di intelligence è una risposta alla marea di disinformazione proveniente dalla Russia. La strategia è ben congegnata, scrive un quotidiano economico Financial Times questa settimana. Negli Stati Uniti, il nuovo capo dell’intelligence Avril Haines ha deciso di cambiare rotta con il nuovo boss della CIA, William Burns.

Jeremy Fleming, capo dell’intelligence britannica del GCHQ, ha affermato alla fine del mese scorso che anche il Regno Unito aveva consapevolmente “informazioni altamente riservate”. Azioni “per anticipare le azioni di Putin”.

Ad esempio, la scorsa settimana la Russia ha affermato che il ritiro delle truppe intorno a Kiev ha completato la “prima fase” della “operazione militare speciale” in Ucraina e che il ritiro dovrebbe essere visto come un segno di buona volontà nei negoziati con l’Ucraina. Poche ore dopo questo rapporto, i paesi occidentali, sulla base dell’intelligence, hanno contraddetto questo quadro: il ritiro sarebbe un raggruppamento forzato a causa di battute d’arresto militari.

READ  Una commessa e un cliente si scontrano in un bar dopo essere stati disturbati da un uomo ubriaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *