La Juve non si arrende con Reynolds: la situazione

Un altro McKennie, ma tornato. Il Juventus, dopo una lunga semina, non perde la speranza di arrivare al traguardo per Bryan Reynolds. Sentiero caldo, ma lontano dalla discesa. L’interesse dei bianconeri è concreto e le interviste delle ultime settimane lo confermano ancora una volta. In Continassa il nome del terzino americano di 19 anni è segnato in rosso Dallas, ma aumenterebbe la concorrenza italiana ed europea. Se la Roma insiste, Brugge è pronto a riprendersi nel tentativo di bruciare tutti in tempo.

Guarda la gallery

Calendario Juve, gennaio infuocato: ecco tutte le partite

Juve e Reynolds, dopo McKennie un altro texano bianconero?

La Juventus è qui e l’infatuazione di Reynolds non dipende solo dall’ottimo impatto di Weston Mckennie, il primo giocatore americano nella storia del club. Al contrario, l’ottimo inserimento del 22enne ex centrocampista bianconero Schalke 04 ha nuovamente spinto i dirigenti bianconeri ad alzare le antenne sul Mls, il campionato americano. Non più solo un torneo di vecchia gloria, ma un campionato fiorente in ogni modo. Dietro McKennie, votato miglior giocatore americano del 2020, sta decollando una generazione di giovani talenti. Reynolds, un terzino destro tecnico e spinto, è uno di loro. Come il giocatore della Juventus, anche lui viene da Texas e suona a Dallas, il club dove ha suonato anche McKennie. Paratici, sempre attento ai migliori giovani, si è tuffato nel ragazzo in autunno anche se non è riuscito a salvarlo subito perché la Juventus ha esaurito i box per i giocatori extraeuropei con gli acquisti di Arthur e McKennie. I campioni d’Italia hanno così pensato ad un’operazione in sinergia con Cagliari, un po ‘come è successo in passato con il Sassuolo per Merih Demirale. I sardi, invece, nelle ultime ore sono ritratti un po ‘più freddi sul giocatore. Motivo che potrebbe portare la Juventus a individuare un Piano B.

Leggi l’articolo completo su Tuttosport

Adani difende Pirlo: "La sua idea di calcio è corretta"

Guarda il video

Adani difende Pirlo: “La sua idea di calcio è corretta”

READ  Sinner e De Minaur si ritrovano un anno dopo: "È migliorato molto ...".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *