LA (NON) RIVOLUZIONE DI PRANDELLI

Li avevamo due settimane complicate per la Fiorentina non ha senso negarlo. Primo, l’esonero di Iachini con il ritorno di Prandelli. Quindi la bolla fuoriesce Ribelli nazionali. E ancora lì L’esplosione di Commisso che ha alzato il tono pochi giorni dopo il rientro in campo. Nel frattempo, la squadra si è allenata con un obiettivo, mettendosi alle spalle un inizio incerto e rilanciando un anno che è stato e può essere un punto di svolta per il club viola.

Prandelli ha portato entusiasmo“, ha detto ieri il capitano Pezzella, pronto a tornare in campo dopo tante settimane complicate. Un messaggio che porta l’anima degli spogliatoi come in dote. Il nuovo tecnico seppe subito trovare gli accordi giusti sfruttando i colloqui personali con i senatori rimasti a Firenze. Ha parlato a lungo con Ribéry, è rimasto colpito dall’umanità del nuovo allenatore e anche dalla sua grande conoscenza del gruppo ancor prima di prenderlo in mano. Ha parlato ovviamente con Pezzella, ma anche con Bonaventura, Callejon e Biraghi. Dalla loro esperienza e dal carattere di questi giocatori, Prandelli vuole ricominciare.

Ha chiesto a tutti cosa ne pensassero dei moduli ma anche dell’attitudine in campo che mancava nei momenti chiave di inizio stagione. Ad esempio nel 2-2 contro lo Spezia. O nella sconfitta contro la Roma. Ha riportato pace e chiarezza dopo la confusione dell’ultimo periodo e nonostante un po ‘di fastidio dovuto alla partenza dei giocatori che hanno deciso di lasciare Firenze per le rispettive Nazionali a dispetto dell’ASL, non ha certo pianto su se stesso e ha ha iniziato ad attirare la Fiorentina a venire.

Difesa a 4. Innanzitutto. Poi un centrocampista che può migliorare le caratteristiche di Amrabat. E l’ennesimo attacco che libera Ribéry da ogni dribbling, per avvicinarlo al gol e renderlo decisivo. Tanti piccoli movimenti per iniziare con il piede giusto. Non mi viene in mente una rivoluzione, ma un “riorganizzatoCondiviso anche con gli spogliatoi. Il Benevento è subito un ottimo banco di prova. Pensare di essere “l’avversario giusto” sarebbe un errore. Il primo passo non è mai facile e anche battere l’Inzaghi significherebbe molto ripartire senza esitazione.

READ  LIVE TMW - Milik ha detto sì alla Roma, domani gli esami medici. Uscita di Dzeko-Juve

var banner = {"468x60_3":[{"idbanner":"84","width":468,"height":60,"crop":"1","async":"0","uri":"http://www.montipallidi.com","embed":"","img1":"74efc5a4d6bb6395d4041fcb91a57f76.gif","partenza":1433916000,"scadenza":1439186400,"pagine":""}],"160x160":[{"idbanner":"311","width":160,"height":160,"crop":"1","async":"0","uri":"http://www.thebuccnotes.it/?utm_campaign=banner_firenzeviola&utm_source=portali&utm_medium=portali&utm_term=banner_firenzeviola&utm_content=box","embed":"","img1":"98d063b4175c6da34ae5409efb41e02b.jpg","partenza":-62169986996,"scadenza":-62169986996,"pagine":""}],"160x160_top":[{"idbanner":"312","width":160,"height":160,"crop":"1","async":"0","uri":"https://youtu.be/4Ook-rgnERc","embed":"","img1":"4d6a9a9edae6a754419fa7479ca992db.gif","partenza":1439913600,"scadenza":1439919000,"pagine":""}]}; var now = Math.round(new Date().getTime() / 1000); var bannerok = new Object(); for (var zona in banner) { bannerok[zona] = new Array(); for (i=0; i < banner[zona].length; i++) { var ok = 1; if (banner[zona][i]['scadenza']>0 && banner[zona][i]['scadenza']<=now) ok = 0; if (banner[zona][i]['partenza']!=0 && banner[zona][i]['partenza']>now) ok = 0; if (typeof azione !== 'undefined' && azione !== null) { if (banner[zona][i]['pagine'] == '!index' && azione == 'index') ok = 0; else if (banner[zona][i]['pagine'] == 'index' && azione != 'index') ok = 0; }

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/firenzeviola.it/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *