La principessa Amalia d’Olanda rinuncia all’indennità di 1,6 milioni di euro l’anno: “Non ho fatto niente per meritarmi questi soldi” – Corriere.it

Il 7 dicembre, il Principessa Catharina Amalia dei Paesi Bassi, figlia maggiore del re Guglielmo Alessandro e della regina Maxima, avrà 18 anni e sarà quindi diritto alla proprietà che il governo olandese istituì in 1,6 milioni di euro all’anno. Ma la giovane ereditiera al trono non vuole questi soldi, perché non li merita, soprattutto in questo periodo storico mondiale afflitto dalla pandemia, e quindi ha messo nero su bianco la sua rinuncia, in una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio. , Mark Rutte. Il 7 dicembre 2021 avrò 18 anni e, secondo la legge, riceverò un’indennità – ha scritto la principessa nella lettera, pubblicato dall’emittente pubblica NOS -. Mi mette molto a disagio, almeno finché posso offrire così poco in cambio, soprattutto in un momento in cui altri studenti stanno attraversando un momento molto più difficile a causa del Covid.

La famiglia reale olandese: re Alessandro, Maxima (a sinistra), Amalia (al centro), Alexa (la seconda da sinistra) e Ariane (a destra)
La famiglia reale olandese: re Alessandro, Maxima (a sinistra), Amalia (al centro), Alexa (la seconda da sinistra) e Ariane (a destra)


La principessa, che si è appena laureata una settimana fa con accenno al liceo e prendendo un anno sabbatico, prima di entrare all’università, ha anche annunciato che intende rimborsare i 300.000 euro di reddito annuo a cui aveva diritto durante gli studi e che non chiederà la somma di 1,3 milioni le sue spese, fino a quando non eserciterà funzioni ufficiali per la Corona. Voglio guadagnare questi soldi e non riceverli di diritto, ha spiegato Amalia, che è diventata così, secondo la radio pubblica olandese Nos, il primo membro della Casa Reale a rinunciare alla sua indennità. L’emittente olandese ricorda inoltre che, secondo uno studio del 2012, la monarchia olandese ha superato quella britannica diventando la più cara d’Europa.

READ  Vaccino Sputnik, poche dosi: Mosca deve importare- Corriere.it

15 giugno 2021 (modificato 15 giugno 2021 | 19:02)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *