“La Russia non ha distrutto il sistema energetico”

“La Russia non ha distrutto il sistema energetico”

Lunedì il governo ucraino ha messo in dubbio una presunta operazione di intercettazione telefonica statunitense contro il presidente Zelensky. Il consigliere presidenziale Michailo Podoljak ha dichiarato alla televisione ucraina che i colloqui tra il capo dello stato e l’esercito stanno procedendo in modo diverso da quanto descritto nei documenti riservati statunitensi trapelati.

Le relazioni tra Ucraina e partner occidentali non sono minacciate dalla pubblicazione dei documenti, ha affermato. Anche i piani per una controffensiva ucraina non stanno fallendo, poiché vengono costantemente adattati, secondo Podoljak. Una fonte vicina al presidente Zelensky aveva precedentemente dichiarato alla CNN che l’Ucraina ha in parte cambiato i suoi piani militari a causa dei documenti trapelati.

Rapporti precedenti avevano rivelato che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti aveva documenti riservati che mostravano che Zelensky aveva suggerito attacchi di droni contro siti militari russi nella regione di Rostov durante un incontro con funzionari militari a febbraio. Ciò avrebbe portato Washington a non essere disposta a fornire a Kiev armi a lungo raggio.

Non decideremmo mai in modo così astratto in una consultazione di bombardare la regione di Rostov, rispose Podoljak. Durante queste consultazioni, si stabiliscono principalmente le priorità e si determinano le strategie, ha affermato. Podoljak ha anche aggiunto che le informazioni sui problemi di difesa aerea ucraina erano già note. (Belgio)

Leggi anche: Una diminuzione della fornitura di munizioni ucraine e altri fatti da documenti statunitensi trapelati

READ  Il capo della Nato Stoltenberg: "Non mi fido affatto dei russi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *