La Russia si allena con armi nucleari fittizie e “allarmistiche”.

La Russia si allena con armi nucleari fittizie e “allarmistiche”.

Mercoledì, le truppe russe si sono addestrate con finte armi nucleari a Kaliningrad, l’enclave russa tra Polonia e Lituania. È stato organizzato un attacco contro un nemico immaginario, utilizzando missili con testate nucleari. Più di 100 soldati hanno partecipato all’esercitazione. L’esperto di difesa Clingendael Dick Zandee la vede principalmente come una campagna di paura del presidente russo Vladimir Putin.

“Abbiamo già visto qualcosa di simile prima, specialmente all’inizio della guerra. Poi c’erano le forze missilistiche strategiche. Putin vuole fare pressione sull’Occidente e mostrare: non intervenire.

Segui gli ultimi sviluppi sulla guerra in Ucraina nel nostro blog live

Mariupol

Il presidente ucraino Volodimir Zelensky ha dichiarato nel suo videomessaggio quotidiano durante la notte tra mercoledì e giovedì che 344 civili sono stati evacuati da Mariupol mercoledì. Ulteriori evacuazioni seguiranno nei prossimi giorni. “La Russia potrebbe consentire a questo di portare a termine il lavoro rapidamente. Se Mariupol non è ancora caduto il 9 maggio – il giorno in cui la Russia celebra la vittoria sulla Germania nazista – sarà una vergogna per i russi. Secondo Zandee, la domanda è se i russi riusciranno in tempo. “Nessuno sa quanto siano forti gli uomini ucraini che sono ancora nei corridoi sotterranei della fabbrica”.

Attacchi missilistici

Mentre le forze di terra russe prendono di mira principalmente l’Ucraina orientale, gli attacchi missilistici russi colpiscono obiettivi in ​​tutto il paese. Lo ha annunciato mercoledì sera l’esercito britannico. Gli attacchi prendono di mira le principali città dell’Ucraina come Odessa, Kherson e Mariupol. I russi sperano di negare completamente all’Ucraina l’accesso al Mar Nero per indebolire l’economia del paese. Mettere in ginocchio il Paese dal punto di vista economico potrebbe essere una strategia a lungo termine. Ma penso che la concentrazione delle forze armate nel Donbass lo renda impossibile al momento.

READ  membri dei servizi di sicurezza complici dell'aggressione

dichiarazione di guerra

Il canale di notizie della CNN ha riferito martedì, sulla base di funzionari statunitensi e occidentali, che il leader russo avrebbe dichiarato guerra il 9 maggio. È perché è il Giorno della Vittoria per la Russia. Il Cremlino nega che farà una dichiarazione di guerra. “Ci sono tutti i tipi di rischi per Putin se lo fa. Ad esempio, la crescente resistenza della società russa, anche se è abbastanza impotente. E la mobilitazione delle truppe richiede addestramento e tempo”, ha detto Zandee. “Perché poi l’equipaggiamento e le truppe hanno essere trasferito nel Donbass.’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *