l’accusa non fa appello nel procedimento penale MH17 |  MH17

l’accusa non fa appello nel procedimento penale MH17 | MH17

La Procura della Repubblica (OM) non presenterà appello nel procedimento penale relativo all’abbattimento del volo MH17. La giustizia è soddisfatta dei verdetti che la corte ha pronunciato il 17 novembre.

“La Corona è molto lieta che il verdetto abbia chiarito i parenti sulle reali circostanze dell’abbattimento del volo MH17 il 17 luglio 2014”, scrive giustizia. In quella data, un aereo è stato abbattuto in Ucraina, uccidendo 298 persone, tra cui 193 cittadini olandesi.

Due settimane fa, due russi e un ucraino sono stati condannati all’ergastolo per il loro coinvolgimento nell’abbattimento dell’aereo. Un quarto sospettato, un russo, è stato assolto dal giudice. L’accusa aveva chiesto quattro ergastoli.

Nonostante la loro condanna, i tre non dovrebbero mai trovarsi dietro le sbarre. Dal momento che la Russia non estrada alcun cittadino, è improbabile che i russi condannati finiscano mai in prigione. Non si sa dove alloggi l’ucraino.

L’accusa è del parere che i verdetti forniscano certezza ai parenti su una serie di questioni importanti. Un appello sarebbe un pesante fardello per i parenti, “perché poi rimarrebbero ancora più a lungo nell’incertezza sull’esito del procedimento penale”.

READ  Il fragile cessate il fuoco del Sudan è stato esteso per 72 ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *