Lamorgese e gli eventi senza pass verde: “Non erano ammessi” – Corriere.it

Il ministro dell’Interno stigmatizza l’iniziativa: “Non c’è dittatura sanitaria, stiamo guardando con attenzione queste manifestazioni”. La manifestazione di domani non si svolgerà a Montecitorio, ma in Piazza del Popolo

Proteste contro il pass verde non erano autorizzatiE il ministero dell’Interno terrà sotto osservazione l’evolversi della situazione. Lo ha detto il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese rispondendo alle domande dei giornalisti durante una visita a Caserta. Lo ha sottolineato anche il capo del Viminale in Italia “non c’è dittatura sanitaria” e ha stigmatizzato la giustapposizione tra il pass di vaccinazione e la Stella di David usata contro gli ebrei durante l’Olocausto.

“Esaminiamo con attenzione le manifestazioni di no-vax, che ricordo non erano consentite, anche perché utilizzate come simboli del passato; Penso alla Stella di David”. “Nessuna dittatura sanitaria – ha proseguito – farsi vaccinare è fondamentale per superare questa pandemia: tutte le misure del governo sono state prese per tutelare la salute pubblica, e perché la vera libertà è poter andare dove l’ si vuole senza nuocere agli altri. Intanto, la manifestazione contro il pass verde dell’associazione IoApro indetta per domani, martedì 27 luglio, su segnalazione della Prefettura di Polizia di Roma si svolgerà alle 15 in piazza del Popolo e non in piazzale Montecitorio. E’ quanto ha annunciato la prefettura di polizia della capitale, sottolineando che la decisione era stata presa “in accordo con la prefettura che ha analizzato la questione in commissione di ordine pubblico e sicurezza”. Piazza del Popolo rappresenta “il miglior luogo che concilia il diritto di manifestare con le esigenze dell’ordine pubblico e della sicurezza”.

READ  Inter e Juve davanti ad Atalanta e Napoli

Sabato migliaia di persone hanno manifestato in decine di piazze italiane contro l’introduzione della tessera verde come documento indispensabile per accedere a ristoranti e altri locali pubblici. Tali iniziative, oltre a non essere state autorizzate, sono state realizzate in violazione delle norme vigenti anche contro gli assembramenti. C’è da dire che, mentre questi gruppi hanno espresso il loro dissenso contro il provvedimento adottato dal governo (e che entrerà in vigore il 6 agosto), un numero molto più alto di persone ha fatto la scelta opposta: venerdì poco meno di 580 mila persone hanno stato vaccinato. ; Il generale Figliuolo aveva detto che il giorno dopo la conferenza stampa in cui il presidente del Consiglio Draghi ha annunciato la notizia del green pass, c’era stata una corsa alla prenotazione delle vaccinazioni che in alcune zone aveva segnato un balzo del 200%.

26 luglio 2021 (modificato il 26 luglio 2021 | 21:38)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *