L’hacker olandese indovina la password e accede a Twitter Trump – Last Hour

(ANSA) – WASHINGTON, 23 OTTOBRE – Un esperto di sicurezza olandese è riuscito ad entrare nell’account Twitter di Donald Trump indovinando la password: maga2020 !, l’acronimo dello slogan elettorale Make America Great again. Victor Gevers, 44 anni, è riuscito al suo quinto tentativo, come ha detto al quotidiano olandese De Volkskrant. “Mi aspettavo che mi bloccassero dopo il quarto o almeno mi chiedessero di fornire maggiori informazioni”, ha spiegato, suggerendo che il presidente degli Stati Uniti non ha nemmeno usato misure di sicurezza minimi come l’autenticazione a due fattori.

Ha quindi avuto accesso all’account della persona più potente del mondo, con 87 milioni di follower: avrebbe potuto twittare, cambiare profilo, cosa che gli ha causato un po ‘di panico, secondo il suo account. L’aspetto più paradossale, però, sono le difficoltà che ha avuto nel denunciare la vulnerabilità: ha cercato di allertare la campagna di Trump, la sua famiglia, ha messaggiato via Twitter, ha taggato la CIA, ha taggato la CIA, l’FBI, la Casa Bianca, ma nessuna risposta, secondo il quotidiano.

Il giorno successivo, tuttavia, Gevers ha notato che l’autenticazione a due fattori era stata abilitata e due giorni dopo è stato contattato dal servizio segreto, che lo avrebbe ringraziato. Tuttavia, non era la prima volta che l’hacker etico, come hanno ribattezzato i social media, entrava nell’account Twitter di Trump: ci era già riuscito nel 2016, indovinando un’altra password altrettanto prevedibile: “ youarefired ” (sei licenziato), lo slogan di The Apprentice, il reality show condotto da Trump. Ma la Casa Bianca non lo aveva ascoltato. (MANIPOLARE).

READ  Il Partito Democratico e un malinteso senso di responsabilità

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA