L’Italia riceve meno gas russo, così come la Germania: il motivo non è chiaro

L’Italia riceverà meno gas mercoledì dalla compagnia russa Gazprom. Secondo il gruppo italiano di petrolio e gas Eni, questo rappresenta circa il 15% in meno di gas rispetto al normale. Gazprom non ha motivato la sua decisione, secondo Eni. Non è inoltre chiaro se la valvola del gas si riaprirà completamente dopo mercoledì. L’Italia è uno dei maggiori utilizzatori di gas russo in Europa.

Al momento dell’invasione russa dell’Ucraina, il paese dipendeva dalla Russia per circa il 40% del suo fabbisogno di gas. L’Italia sta cercando di ridurre questa dipendenza e ha già concluso accordi con, tra gli altri, Algeria ed Egitto per più gas. Il primo ministro italiano Mario Draghi è attualmente in Israele per discutere le consegne di gas.

Martedì, Gazprom ha affermato che le consegne in Germania tramite il gasdotto Nord Stream sarebbero inferiori del 40% rispetto al normale. Ciò sarebbe dovuto alla riparazione di parti da parte della società tedesca Siemens. Secondo l’agenzia di stampa Bloomberg, ciò è accaduto in Canada e la turbina non ha potuto essere restituita dopo la riparazione a causa delle sanzioni.

Tuttavia, il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck definisce la decisione di Gazprom una decisione politica. Secondo Habeck, la decisione non è “tecnicamente spiegabile”.

LEGGI ANCHE: I prezzi del gas salgono di nuovo: mancata consegna del gas russo alla Germania tramite il gasdotto Nordstream


READ  LA LANTERNA VERDE - TUTTO PER DYBALA, TANTO PER CR7, C'È QUALCUNO PER BERNARDESCHI?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *