“Lo stadio non è fatto per questo”

“Lo stadio non è fatto per questo”

Floris van der Linden (Spakenburg) festeggia la vittoria

Calcio NOSTRO

Non è chiaro se i tifosi del PSV a Bunschoten potranno assistere alla partita di coppa tra Spakenburg e PSV. Così dice il presidente dello Spakenburg Marc Schoonebeek.

“Non so ancora se saremo in grado di ospitarne un buon numero”, ha detto Schoonebeek. Lungo la linea e dintorni. “Siamo uno stadio amatoriale e non è costruito su flussi separati di tifosi. Devi essere in grado di farli incrociare in un certo modo. Non è facile il modo in cui abbiamo il nostro complesso”.

Sostenitori dell’SV Spakenburg

Nel tardo pomeriggio di martedì è diventato chiaro che lo Sportpark De Westmaat sarà il campo di battaglia per la semifinale tra Spakenburg e PSV del 4 aprile.

Schoonebeek precisa che la possibilità di ricevere tifosi del Psv sarà studiata in seguito, ma che “non saranno mille”. “E nemmeno 500… Potrebbero essere 300, per così dire.”

Il presidente del club afferma di poter ospitare nello stadio circa 7.000 tifosi dello Spakenburg.

Sorpresa del torneo

Il club amatoriale dello Spakenburg ha sorpreso amici e avversari la scorsa settimana battendo l’Eredivisionist FC Utrecht per 4-1. All’inizio del torneo, la squadra dell’allenatore Chris de Graaf aveva già vinto 3-2 in casa dell’FC Groningen.

Dopo il rivale e vicino di casa IJsselmeervogels nel 1975 e VVSB nel 2016, lo Spakenburg è il terzo club amatoriale a raggiungere le ultime quattro della coppa.

READ  Dybala, il rinnovo del mistero e quel momento che non arriva mai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *