L’Ucraina ha già rivendicato 2.000 chilometri quadrati di terra dai russi, afferma Zelensky NOW

L’Ucraina ha già rivendicato 2.000 chilometri quadrati di terra dai russi, afferma Zelensky NOW

Le truppe ucraine hanno riconquistato “circa 2.000 chilometri quadrati” di territorio dai russi dall’inizio di settembre. Lo ha detto sabato sera il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un videomessaggio su Telegram. Domenica mattina il comando dell’esercito ucraino ha parlato addirittura di 3mila chilometri quadrati di territorio riconquistato.

Il messaggio è arrivato dopo una giornata piena di notizie sui ritiri russi. Sembra che la controffensiva si stia rafforzando.

Giovedì l’alto comando ucraino ha annunciato che da settembre sono stati bonificati 1.000 chilometri quadrati. Non è chiaro se Zelensky stesse parlando anche di miglia quadrate. In questo caso si tratterebbe di un’area grande quanto la provincia del Limburgo.

La Russia ha annunciato sabato che avrebbe ritirato le sue truppe da Izium e Balaklia, nella regione di Kharkiv. Secondo i russi, si tratta di un ritiro tattico e le truppe si sposteranno nella vicina regione di Donetsk, dove sono in corso pesanti combattimenti. Oggi, l’Ucraina ha annunciato di aver rilevato il luogo strategicamente importante di Kupyansk, sempre nella regione di Kharkiv.

Zelensky l’ha definita una “saggio decisione” da parte dei russi di ritirarsi. “Non c’è posto per gli occupanti in Ucraina e non ci sarà mai”, ha detto il presidente. “L’esercito russo sta mostrando il suo lato migliore in questi giorni: la schiena”.

Prima linea nell’Ucraina orientale il 9 settembre.


Prima linea nell'Ucraina orientale il 9 settembre.

Prima linea nell’Ucraina orientale il 9 settembre.

READ  Il bambino viene rianimato in un asilo nido belga, ma muore in ospedale il giorno dopo | All'estero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *