L’Ucraina vicina alla svolta intorno a Luhansk

L’Ucraina vicina alla svolta intorno a Luhansk

Internazionale28 dicembre 22 14:45Modificato il 29 dicembre ’22 09:33Autore: Giovanni Luca

L’esercito ucraino sta cercando di forzare uno sfondamento nella zona di confine con Lugansk, una delle zone del Donbass annesse alla Russia. Secondo Peter Wijninga del Centro per gli studi strategici dell’Aia, i russi sono ora preoccupati per una svolta ucraina in questo settore.

Tra la Kreminna e la Swatova, in particolare, continuano gli attacchi dell’esercito ucraino, chiaro segno che si sta tentando di forzare uno sfondamento. “Puoi vedere che i russi sono preoccupati per una svolta, poiché vengono portati rinforzi per le truppe”.

Leggi anche | L’appello alla pace di Putin è solo retorico

grosse conseguenze

Le conseguenze di una svolta ucraina in questa regione potrebbero essere importanti, ritiene Wijninga. “Se questa svolta sarà raggiunta, l’esercito ucraino sarà in grado di penetrare ulteriormente nella provincia di Lugansk, che di fatto è interamente in mano russa”. Secondo Wijninga, l’Ucraina non vuole dare tregua ai russi e continua a metterli sotto pressione. “È nel loro interesse tenere occupati i russi in modo che non possano rafforzarsi inviando nuove reclute e attrezzature”.

Da un punto di vista strategico, uno sfondamento in quest’area potrebbe avere conseguenze anche sulla regione di confine con la Bielorussia, poiché la pressione rimarrebbe poi sui due eserciti in più punti. Questa potrebbe essere una deliberata strategia russa. Mantenendo l’esercito ucraino occupato su questo confine con una forza relativamente piccola, in modo che non possa essere schierato altrove.

Leggi anche | Ucciso mentre abbatteva un drone su una base dell’esercito russo

READ  Passaggio verde, test e quarantena. Regole di viaggio - Cronaca

Problemi a Cherson

Anche a Kherson, nel sud dell’Ucraina, le cose restano irrisolte. Razzi e granate vengono costantemente lanciati lì, mentre l’importanza strategica per la Russia è minore. Sembra una rappresaglia russa, forse per il fatto che hanno dovuto lasciare Kherson, pensa Wijninga. “Ridurre Kherson in macerie non farà molto per i russi, tranne per il fatto che l’Ucraina non sarà più in grado di usare la città”.

Se la Russia vuole mettere a tacere gli ucraini in quest’area, dovrà usare altre armi, pensa Wijninga. “Gli Himar dovranno essere usati per questo, solo che non ne sono rimasti molti.”

Blog dal vivo | È il giorno 308 della guerra in Ucraina

L’incendio doloso come crimine di guerra

Allo stesso tempo, la Russia utilizza anche i cosiddetti mezzi incendiari, il che mette i russi sul ghiaccio sottile perché questi mezzi, come le bombe incendiarie, sono in parte proibiti. “Non puoi usarli contro oggetti civili e centri residenziali, ma puoi usarli contro oggetti militari e concentrazioni di truppe. Se questi oggetti si trovano in aree residenziali, c’è una buona probabilità che subirai vittime civili. Non affrontando la questione con attenzione, voi come esercito non state facendo tutto il possibile per evitare questo tipo di vittime, e questo solo se si tratta di un crimine di guerra.

L'Ucraina sta cercando di forzare uno sfondamento nella zona di confine con Lugansk, una delle regioni del Donbass annesse alla Russia.
L’Ucraina sta cercando di forzare uno sfondamento nella zona di confine con Lugansk, una delle regioni del Donbass annesse alla Russia. (ANP/SIPA Stati Uniti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *