Missile russo colpisce di nuovo città lontane dalla prima linea in Ucraina, almeno 13 civili uccisi in un centro commerciale

I vigili del fuoco stanno cercando di spegnere un incendio scoppiato dopo un attacco missilistico russo contro un centro commerciale a Kremenchuk. Almeno tredici civili sono stati uccisi qui.Punto di accesso all’immagine

È stato il secondo giorno consecutivo che la Russia ha sparato contro obiettivi senza valore militare. L’attacco missilistico evoca ricordi di il bombardamento del teatro Mariupol, che a metà marzo ha ucciso circa 600 persone. Questo tipo di attacco contro obiettivi civili è contrario al diritto internazionale di guerra.

Secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, più di 1.000 persone erano nel centro commerciale quando due missili russi lo hanno colpito a metà pomeriggio. Almeno cinquanta persone sono rimaste ferite nell’attacco. Si dice che alcuni di loro siano in cattive condizioni.

Non si sapeva lunedì sera quante persone fossero ancora sepolte sotto le macerie. A causa del massiccio incendio scoppiato dopo l’attacco, le autorità locali hanno ritenuto che le possibilità di sopravvissuti fossero basse. “È impossibile immaginare il numero delle vittime”, afferma Zelensky.

Secondo il presidente, il centro commerciale di Kremenchuk non rappresentava una minaccia per l’esercito russo. Inoltre, non ci sono obiettivi militari nelle vicinanze. La città ospita la più grande raffineria di petrolio dell’Ucraina, ma è stata chiusa due mesi fa dai bombardamenti russi.

La comunità internazionale ha anche condannato fermamente l’attacco a Kremenchuk, una città di oltre 200.000 persone, che lunedì notte è divisa in due dal fiume Dnipro. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato che l’attacco missilistico è stato “l’incarnazione della brutalità e della barbarie” di Putin. Un portavoce delle Nazioni Unite ha definito l’attacco “deplorevole, per non dire altro”. La Russia ha negato di aver attaccato intenzionalmente i civili dall’inizio della guerra.

READ  Ecco cosa puoi e non puoi fare con le regole del governo

Dopo una feroce battaglia, la Russia ha preso la città di Severodonetsk nell’Ucraina orientale e ha intensificato gli attacchi aerei in altre parti del paese. Nel nord-est, la città di Kharkiv è stata bombardata lunedì con razzi. Quattro persone sono state uccise e diciannove sono rimaste ferite. Una zona residenziale della provincia di Odessa era già stata presa di mira durante la notte. La domenica è diventata ha colpito la capitale Kiev

L’offensiva di Lugansk continua

Nel frattempo, l’offensiva russa a Luhansk continua senza sosta. Almeno otto civili sono stati uccisi in un attacco missilistico su Lysychansk, l’ultima grande città della regione che deve ancora essere catturata, secondo le autorità locali. Mentre le autorità invitavano i civili a lasciare la città il prima possibile, i soldati ucraini si preparavano a fermare l’avanzata russa dalle alture della città.

Lunedì scorso, Zelensky aveva chiesto ai leader dei paesi del G7, che si stanno incontrando in questi giorni nel castello tedesco di Elmau vicino a Monaco, un ulteriore fuoco antiaereo tramite collegamento video. Gli Stati Uniti sarebbero pronti ad assecondare la richiesta del presidente ucraino. Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha detto che un nuovo pacchetto di armi è in costruzione.

Martedì è l’ultimo giorno in cui i maggiori paesi industrializzati discuteranno della guerra in Ucraina e delle sue conseguenze. Una dichiarazione del G7 ha affermato che aiuterebbero l’Ucraina nella sua lotta contro la Russia “per tutto il tempo necessario”. Il governo francese in seguito riferì che, secondo Zelensky, non era ancora giunto il momento di negoziare con la Russia. Vorrebbe innanzitutto creare una posizione di partenza migliore per il suo paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.