MotoGP, Free 2 GP Valencia 2020: 1 ° Miller, 2 ° Nakagami, 3 ° Bagnaia, 6 ° Dovizioso

Con un colpo di scena nel finale, Miller è il migliore della seconda sessione di prove libere del GP di Valencia. Mir, che questo fine settimana ha il suo primo match point per il titolo, rimane a sorpresa su 10: 11 ° tempo e cade (per fortuna senza conseguenze) nelle prove libere 2. 6 ° Dovizioso, 13 ° Morbidelli (in Q2 grazie al tempo della prima sessione), Rossi 18 °

GP VALENCIA, LA GUIDA TV IL TUO CIELO

Lasciano buona Ducati nel secondo turno di Valencia. Mugnaio strappare il tempo migliore prima Nakagami (molto efficace in entrambi i round) e Bagnaia. Quasi il doppio per il team Pramac, il migliore in pista con la Desmosedici. Ma a breve distanza seguono Zarco (quinto del portatile) e Dovizioso (sesto), peccato piuttosto per Petrucci, solo 14 °.

Cacciano Mir, Rins e Quartararo, i protagonisti con Morbidelli di questo finale di stagione. Dei quattro, il migliore al termine della prima giornata di prove libere è Morbidelli, ottavo e per il momento tranquillo per entrare in Q2. Veloce in mattinata, durante la seconda sessione, il pilota Yamaha-Petronas non è riuscito a fare il tempo, chiudendo davanti a Rins, il più avanzato dei piloti Suzuki. Anche il suo compagno di squadra è uscito dalla top ten, grazie ad una caduta nel tardo pomeriggio, durante il tentativo di attacco finale dell’epoca.

Quartararo ancora dietro, fatica a trovare il ritmo su questa pista; per il momento Fabio deve recuperare sei posizioni per entrare direttamente in Q1. Per cercare di mantenere aperto il campionato, però, il francese deve fare un passo in avanti molto più deciso.. Dei due contendenti al titolo (Il diavolo è dietro di 37 punti in classifica), Quartararo è apparsa infatti la più nervosa, mentre Giovanna ha mostrato grande calma fino alla caduta.

READ  Il nuovo insostituibile di Gattuso

L’ultimo delle Yamaha è Valentino Rossi, solo 18 °. Rispetto agli avversari, il Medico deve comunque almeno due sessioni di prove libere (quelle perse venerdì scorso) e un’intera gara. Per non parlare delle commissioni spese a casa per curarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *