negativo, ma organi interni distrutti – Libero Quotidiano

Morto all’età di 14 anni, a causa di coronavirus. Modena è in lutto Mario ruocco, la più giovane vittima dell’epidemia in Italia. La sua storia è straziante: il ragazzino ha combattuto il Covid per 90 giorni, sì lo era negato ma le conseguenze del virus sul suo corpo erano troppo gravi. davvero fatale, ferite soffrire di organi interni, letteralmente devastato da Sars-Cov-2.

Come riportato da Corriere del Mezzogiorno, non solo papà Antonio e mamma Olga, originari di Mario, piangono per la scomparsa di Mario Sant’Egidio di Monte Albino (Salerno), ma anche il sindaco del paese natale dei suoi genitori, Antonio La Mura, che ha postato su Facebook un post avvincente con una foto nera: “Addio Mario, che la terra ti sia leggera”. Prima ancora, il tristissimo annuncio ai concittadini e a una comunità che conosceva bene Antonio e Olga: “Cari concittadini, pochi minuti fa ho appreso la terribile notizia della morte, a Modena, di un ragazzo di 14 anni. anni, da cui proviene da Sant’Egidio del Monte Albino. Questo è il giovanissimo Mario Ruocco”.

“Mario si è ammalato di Covid – ha spiegato il sindaco – ha superato il contagio, combatti come un leone attraverso 90 giorni, ma non è riuscito, anche se negativo, a superare le drammatiche conseguenze della malattia sugli organi interni. In questo momento di inconsolabile dolore, voglio esprimere pubblicamente a Padre Antonio e Madre Olga la vicinanza affettiva dell’intera comunità di Sant’Egidio. Porgo naturalmente le condoglianze a tutta la famiglia, in particolare a nonno Mario Ruocco e nonna Antonietta Marcone, nostri cari concittadini”.

READ  A Bruxelles, un pesce d'aprile si è concluso molto male

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *