Nessuna sanzione per il commissario di polizia belga che ha guidato a 109 km/h nelle aree urbane |  All’estero

Nessuna sanzione per il commissario di polizia belga che ha guidato a 109 km/h nelle aree urbane | All’estero

Il commissario di polizia belga Eric Naudts (67) è stato colpito l’anno scorso a una velocità di 109 chilometri all’ora nelle aree urbane. Con sorpresa di molti automobilisti, non è stato punito per questo.

“Stavo per chiedere circostanze attenuanti, ma il giudice mi ha preceduto”, ha detto il commissario di polizia Eric Naudts. ,,Non voleva infangare la mia carriera ‘impeccabile’ con la stupidità.” Naudts ha guidato troppo velocemente attraverso aree edificate l’anno scorso dopo la sua festa di pensionamento.

59 chilometri all’ora troppo veloci

Sono stati i suoi stessi colleghi, che poche ore prima erano in guardia d’onore, a trascinare Naudts fuori dal traffico dopo aver percorso 59 chilometri troppo velocemente. “Ho la patente da oltre 40 anni e non ho mai commesso un reato”, ha detto il commissario. “E di certo non bevo, perché sono astemio.”

Mesi difficili

Poiché si trattava di un reato grave, Naudts dovette rispondere al giudice di polizia. “Non ci ho pensato”, ha detto. “È stata una giornata emozionante e sulla via di casa la mia carriera è esplosa davanti ai miei occhi”, ha detto al giudice. Non ha esitato e quasi subito ha concesso a Naudts il favore della squalifica. Ciò significa che è considerato colpevole, ma non sarà condannato.

Tolleranza zero

Non sorprende che in Belgio vengano poste domande su questa decisione. Dopotutto: a volte tutti hanno una giornata emotiva, ma il giudice di solito ha meno comprensione per questo con i cittadini comuni. Tanto più che è un crimine invece di una piccola stupidità. E questo mentre il ministro belga della Giustizia Vincent Van Quickenborne ha recentemente invocato la “tolleranza zero” per l’eccesso di velocità.

READ  Cina, “dove hanno nascosto i missili nucleari”. Washington, il mondo sull'orlo della terza guerra mondiale? - Gratuito tutti i giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *