non dimenticare mai quei salti

Per vincere non servono solo tecnica e superiorità in campo, ma anche stile. Quello che non aveva Gian Piero Gasperini quando l’intero stadio bergamasco lo invita a saltare sul 5-0 dell’Atalanta contro uno dei primissimi Milan di Stefano Pioli. Da un punto di vista tecnico, era un progetto epico che la Dea diede allo sfortunato diavolo, ancora alla ricerca della sua identità. Gasperini non sapeva e non poteva sapere che un anno dopo avrebbe affrontato un altro Milan. Una squadra forte e compatta che gioca a calcio europeo a ritmi sostenuti e sa gestire lo scorrere della partita. Ci è voluto un po ‘, ma il ricordo di quei salti con tante risate compiaciute è rimasto impresso nella memoria dei tifosi del Milan, ma anche di alcuni giocatori che, esaminando il filmato, hanno sentito un nuovo fuoco ardere dentro. . Perché se è vero come è vero che questa lezione di calcio è stata meritata, è altrettanto vero che prima o poi, nello sport, ci si ritrova sempre.

PRIMA DEL MILAN – Inutile dire che la partita di sabato sarà complicata per entrambe le squadre, perché a differenza delle altre sappiamo riconoscere il valore dei nostri avversari. Milan e Atalanta sono due squadre forti, che sicuramente proveranno a vincere senza speculare sull’avversario. Ma ora i rossoneri hanno valori tecnici importanti da mettere in campo e una rosa molto più numerosa rispetto a un anno fa. Inoltre c’è questa leadership in classifica da difendere, perché ormai è ovvio che il Milan inizia a credere seriamente nella possibilità di arrivare alla fine. Battere la Dea darebbe un altro colpo al campionato che ha il Milan, rigori o meno, perché anche adesso il conteggio dei rigori è diventato nauseante e umiliante nei confronti di una squadra che merita di essere in testa alla classifica e che è rimasta ad avere in termini di personale, più problemi che altro. Sabato San Siro sarà spogliato della sua gente, della sua voce, del suo cuore pulsante. Ma nessuno a Milanello ha dimenticato questi salti di Gasperini, che ha già messo le mani sul fitto calendario della sua squadra.

READ  Calcio, Covid: taglio di stipendio per quasi 500 milioni

var banner = []; var now = Math.round(new Date().getTime() / 1000); var bannerok = new Object(); for (var zona in banner) { bannerok[zona] = new Array(); for (i=0; i < banner[zona].length; i++) { var ok = 1; if (banner[zona][i]['scadenza']>0 && banner[zona][i]['scadenza']<=now) ok = 0; if (banner[zona][i]['partenza']!=0 && banner[zona][i]['partenza']>now) ok = 0; if (typeof azione !== 'undefined' && azione !== null) { if (banner[zona][i]['pagine'] == '!index' && azione == 'index') ok = 0; else if (banner[zona][i]['pagine'] == 'index' && azione != 'index') ok = 0; }

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/milannews.it/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *