“Non si arrende senza combattere”, una voce inedita – Libero Quotidiano

La Camera approva la procedura per la revoca Donald Trump accusandolo di istigazione all’insurrezione, e nel frattempo cerca una nuova via di fuga. Il magnate sta davvero pensando concediti la grazia e perdona anche i suoi figli. Ma ci sono molti dubbi sulla legittimità del gesto. E i suoi figli non sono entusiasti dell’idea: il più grande, Donald jr, non vuole perdono; durante Ivanka – a differenza di suo padre – probabilmente parteciperà alla liquidazione di Joe biden 20 gennaio, per garantire un futuro politico. Come la Evento quotidiano, prima di Trump, anche il presidente Richard nixon aveva pensato di perdonarsi dopo lo scandalo Watergate nel 1974, ma si è ritirato dopo aver ricevuto il parere contrario dal Dipartimento di Giustizia. Riuscì a inviarglielo in seguito dal suo successore, Gerald Ford. In effetti, anche il magnate aveva pensato a una soluzione del genere: sospendersi da presidente, per farsi sostituire dal suo vice. Mike pence è tempo di essere perdonato e riacquistare i tuoi poteri. Ma i rapporti con Pence sono ormai logori.

Donald Trump potrebbe essere graziato dopo l’inaugurazione di Biden Ghirlanda di Merrick, il segretario di giustizia scelto dal presidente eletto. Inoltre, non si può escludere che la questione giunga alla Corte Suprema. In ogni caso, l’indulto non può riguardare l’accusa e sarà valido. solo per reati federali. Pertanto, le cause legali in corso contro Trump e le sue strutture aziendali saranno tutte valide.

READ  டிக் டாக் செயலியை வாங்கும் திட்டமுள்ளதா? - சுந்தர் பிச்சை பதில் | Google not in race to obtain TikTok: Sundar Pichai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *