Norris dopo la prima giornata di test: “Avrei preferito non fare il miglior tempo”

Lando Norris ha fatto segnare il miglior tempo nel primo giorno di test a Barcellona, ​​ma avrebbe preferito non farlo. Il britannico, infatti, avrebbe preferito essere ultimo: “Ora le aspettative saranno alte”.

Norris era in testa alla fine del primo giorno di test. Il britannico ha stabilito un tempo sul giro di 1:19.568 con la MCL36 ed è stato mezzo secondo più veloce di Charles Leclerc. Tuttavia, Norris ha utilizzato la mescola C4 più morbida mentre il resto delle squadre ha guidato principalmente la C3 e la C2.

Leggi anche: Shakedown del Day 1 di Barcellona: Verstappen e Mercedes produttivi, Norris il più veloce

“Non volevo essere il più veloce, avrei preferito essere l’ultimo”, ha detto Norris dopo il primo giorno di prove. “Ora le aspettative saranno alte”, ride Norris, “e tutti pensano che siamo grandiosi, ma penso che abbiamo semplicemente seguito un piano diverso dagli altri”, spiega la differenza con le altre squadre. Pensa che i piloti saranno “molto più veloci” oggi e domani. “Era comunque una buona giornata. Abbiamo imparato molto. Ho imparato molto.”

È stata una grande giornata per la McLaren, ma c’erano alcune preoccupazioni quando la macchina si è fermata alla fine della corsia dei box nel pomeriggio. Tuttavia, i problemi non erano troppo gravi e dopo che l’auto è stata respinta al box, Norris è riuscito a proseguire. “E’ ancora presto. Era il primo giorno e abbiamo avuto qualche problema, ma niente di più.

Leggi anche: Nelle immagini: Primo giorno di shakedown a Barcellona

Norris alla fine ha completato 102 giri con la nuova vettura e ha notato poche differenze rispetto alla precedente generazione di vetture di Formula 1. “Non differiscono molto. Naturalmente, le persone si aspettano molte differenze. Ci sono cose maggiori e cose minori. Non è che l’auto sarà improvvisamente venti secondi più veloce o più lenta. Il ritmo sarà simile, o solo un po’ più lento, dato che siamo all’inizio dello sviluppo. È ancora un’auto di Formula 1 e va ancora veloce come l’anno scorso. Queste cose non possono cambiare molto. È solo la sensazione che qualcosa sia diverso, ma non è sorprendente.

READ  Dopo il titolo tedesco, anche De Ligt vuole premi con Orange: 'Tutte le emozioni si sono unite' | Calcio
Foto: immagini di sport motoristici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *