ora guadagnano più di tremila euro al mese’

ora guadagnano più di tremila euro al mese’

Una foto su un volantino del Ministero della Difesa russo.  L'esercito russo ha un disperato bisogno di più soldati.  Immagine ANP/EPA

Una foto su un volantino del Ministero della Difesa russo. L’esercito russo ha un disperato bisogno di più soldati.Immagine ANP/EPA

Tom, cosa impedisce al Cremlino di dichiarare una mobilitazione generale?

“Una mobilitazione globale avrebbe un enorme impatto sulla società russa. La guerra è lontana per molte persone, soprattutto nelle grandi città. E il Cremlino tiene lontana loro la guerra, mandando soprattutto soldati dalle province povere. La Russia non ha mai dichiarato guerra all’Ucraina. Dichiarare una mobilitazione generale significherebbe la sconfitta dell'”operazione militare speciale” di Putin.

Allo stesso tempo, la Russia ha bisogno di più truppe al fronte per riconquistare il suo ascendente sull’Ucraina. Ciò richiederà in definitiva una mobilitazione generale?

“Ci sono alternative alla mobilitazione generale se Putin non osa farlo. C’è molto tra l’iscrizione di ogni adulto nel paese e il non fare nulla. Al momento, la Russia sta reclutando attivamente persone per l’esercito. Ad esempio, alle ferrovie russe è stato ordinato di convincere i dipendenti ad andare in Ucraina. E gli stipendi dei soldati furono aumentati. Ora puoi guadagnare più di 200.000 rubli al mese, che vengono convertiti in più di 3.000 euro al mese. È davvero alto per gli standard russi. Inoltre ricevi ogni tipo di bonus, la garanzia che i tuoi figli avranno un posto in una buona università e una buona pensione.

“La Russia può fare di più per inviare persone in servizio in Ucraina. Questo potrebbe incoraggiarli a cambiare status e diventare soldati professionisti senza dover trascorrere un anno intero nell’esercito. Ma ovviamente diventa sempre più difficile. I coscritti vedono anche che è guerra, che la Russia è in cattive condizioni e che quindi le loro vite sarebbero in pericolo.

È probabile che alla fine il Cremlino interverrà per portare più soldati al fronte?

“La Russia ha creato una linea del fronte lunga oltre duemila chilometri. Ci vogliono molti soldati per mantenerlo. Ora, non solo vengono respinti a nord-est, ma stanno anche lottando a sud, vicino a Kherson, anche se stanno resistendo meglio. L’esercito deve quindi fare qualcosa.

Putin è il leader di una potenza mondiale, non ha mai perso un conflitto militare. La Russia non è abituata a perdere. Questa controffensiva ucraina è davvero la più grande sconfitta subita dalla Russia dal suo ritiro da Kiev. E questo non è di buon auspicio per i mesi a venire.

“È sorprendente che relativamente pochi soldati russi fossero presenti durante il contrattacco nel nord-est. L’esercito era composto in gran parte da combattenti di Luhansk, la provincia ucraina che la Russia controlla in gran parte dal 2014. Quindi, a quanto pare, la Russia è davvero a corto di soldati.

I giovani russi sono pronti per andare sul campo di battaglia?

“I giovani russi nelle grandi città no. Hanno uno stile di vita che ricorda quello dei giovani nei Paesi Bassi. Vivono in città moderne e non vogliono rischiare la vita per la Russia.

“Le persone che potrebbero essere suscettibili a questo sono i giovani nei quartieri poveri dove c’è poco altro lavoro. Gli stipendi attualmente distribuiti sono molto più alti dello stipendio medio russo. Questo può rendere attraente andare in Ucraina.

READ  Il ministro dell'Interno ucraino e altri 17 muoiono in un incidente in elicottero a Kiev | Guerra in Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *