Patto Insigne-Gattuso per la Champions prima dell’addio

I due insieme, complici dell’Europa: l’impressione è quella Lorenzo Distintivo e Rino Gattuso ha stabilito un patto, per ripristinare il Campioni Lega al Napoli e ai suoi tifosi, con l’impegno di provarci fino in fondo. Lo scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, che parla del forte legame tra l’allenatore e il capitano del Napoli: Nelle intenzioni, almeno, i due sono dalla stessa parte, entrambi hanno a cuore le sorti di questa stagione che, finora, è stata vissuta da palpitazioni e tensioni. Il futuro del club è ovviamente in gioco, ma anche l’orgoglio personale che va salvaguardato Il feeling tra i due non è mai stato scosso, l’allenatore ha sempre fatto affidamento sul talento dell’attaccante per superare i momenti più difficili.

Nelle ultime settimane Insigne ha iniziato ad incantare, la sua prestazione cresce di partita in partita, mentre l’ultima prestazione contro il Bologna ha dato una spinta a Gattuso. L’impegno al rispetto è a portata di mano. L’Europa dei grandi resta l’obiettivo del club nonostante le tante difficoltà incontrate in questa stagione. Ma la classifica incoraggia il Napoli che ci si aspetta da un terribile trittico (Milan, Juve e Roma) la prossima settimana ”.

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/tuttonapoli.net/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

READ  Gli stronzi non erano solo Pirlo caro Gattuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *