Per 25 anni, i creatori di South Park hanno osservato fin dove possono arrivare

Libreria di immagini Mary Evans Ltd.

Notizie ONS

Che si tratti di religione, politica, celebrità, attivismo o attualità: tutto e tutti apprezzano il programma televisivo americano Parco Sud, compie 25 anni questo fine settimana. “I designer giocano all’estremo con errori politici o tabù”, afferma il fan Leander van Nieuwpoort.

Il pluripremiato spettacolo satirico animato è andato in onda per la prima volta sulla televisione americana il 13 agosto 1997. Il titolo del primo episodio, Cartman riceve una sonda anale (Cartman riceve una sonda anale), dà un’idea di quanto siano grafiche e pubescenti le battute, specialmente nelle stagioni precedenti. Ma sotto quella piattezza, dicono gli entusiasti, c’è uno strato aggiuntivo in cui la società si specchia.

Grazie alle animazioni minimaliste, la produzione di un episodio dura circa una settimana. Secondo Van Nieuwpoort, 31 anni, questo ritmo spiega perché pensa che la serie sia ancora così rilevante dopo più di 300 episodi.

“Entra nelle notizie”

“Se vuoi nuovi episodi di, per esempio, I Simpson Dove I Griffin sguardi, che richiedono molto più tempo per essere realizzati, quindi contengono battute su cose accadute sei mesi fa. È una grande differenza con Parco Sudche può affrontare immediatamente gli eventi recenti”.

In un quarto di secolo, la controversa serie ha vinto quattro Emmy Awards. Ma oltre alle recensioni entusiastiche, c’era anche molto rumore e critiche. Le organizzazioni religiose, da Scientology all’Islam, hanno talvolta distorto la parodia formulata in modo rozzo. Episodi in cui potrebbe essere stato visto il profeta Maometto, o in cui questa era originariamente l’intenzione, portarono a minacce contro i creatori.

READ  Belen Rodriguez, la foto dei suoi 14 anni su Instagram

“Alcune persone dicono, ‘Wow! Non posso credere che non gli interessi di qualcosa di così importante.’ Ed è proprio per questo che scherziamo su qualcosa”, ha detto il co-creatore Trey Parker all’agenzia di stampa AP. Lui e Matt Stone sono le menti dietro lo spettacolo.

“Stai bene, Cina?

Il modo in cui la coppia di solito affronta le critiche è quello di aggiungere un’altra battuta satirica. Un esempio di questo è la reazione nel 2019 sulla rimozione dei riferimenti a Parco Sud sui social cinesi dopo una puntata sull’autocensura da parte delle aziende occidentali.

“Amiamo anche il denaro più della libertà e della democrazia. Lunga vita al Grande Partito Comunista Cinese! Stai bene, Cina?”, hanno detto Parker e Stone in una nota. Il duo ha anche lanciato una volta la campagna “#CancelSouthPark”, come parodia della cosiddetta cultura dell’annullamento.

Van Nieuwpoort: “Matt e Trey vogliono vedere fino a che punto possono spingersi. Per alcune persone sono andati davvero troppo oltre. Posso riderci sopra, ma posso immaginare che altri non si sentano a proprio agio”.

Una differenza rispetto alle stagioni precedenti è che gli episodi si sono costruiti l’uno sull’altro più spesso negli ultimi anni. “Prima, erano episodi più separati”, dice Lemmens. “Penso che sia un po’ diminuito, ma continuo a guardare quando ci sono nuovi episodi.

Secondo Lemmens, non funziona sempre anche se ora c’è una trama più continua. È il rischio se un’inversione di tendenza ha davvero delle conseguenze, aggiunge Van Nieuwpoort. In questo modo, una trama continua anche se non è così forte.

Visualizzatore corretto

De Kijkwijzer ha recentemente modificato la classificazione per età di South Park. Dopo le lamentele riguardanti, tra l’altro, l’uso del linguaggio, il consiglio vale dalla stagione 20: guarda a partire dai 12 anni. Per le stagioni precedenti, era 6+.

L’entusiasta Lemmens capisce che l’età è aumentata. “Non è uno spettacolo per bambini, più per adulti. In effetti, per non adulti, perché l’umorismo funziona molto bene con i sedicenni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.