Piano di Azionariato Diffuso a supporto dei dipendenti

Piano di Azionariato Diffuso a supporto dei dipendenti

Il Consiglio di Amministrazione di Eni approva il Piano di Azionariato Diffuso 2024-2026

Il Consiglio di Amministrazione della società Eni, presieduto da Giuseppe Zafarana, ha recentemente deliberato di sottoporre all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti un Piano di Azionariato Diffuso per il triennio 2024-2026.

La novità principale di questo Piano è rappresentata dalle due assegnazioni annuali di azioni gratuite destinate ai dipendenti in Italia, del valore di 2.000 euro ogni anno, con un periodo di blocco di 3 anni. Questa iniziativa mira a rafforzare l’appartenenza dei dipendenti all’azienda e a coinvolgerli nella crescita del valore dell’azienda stessa.

Inoltre, il Piano sarà progressivamente esteso alle società estere, nel rispetto delle normative nazionali, al fine di coinvolgere anche i dipendenti al di fuori dei confini nazionali.

Una delle novità introdotte nel 2026 sarà il co-investimento, che prevede l’assegnazione di azioni gratuite pari al 50% delle azioni acquistate dai dipendenti, fino a un massimo di 1.000 euro, con periodi di blocco differenziati tra azioni acquistate e azioni gratuite.

I dirigenti partecipanti al Piano Incentivazione Lungo Termine riceveranno invece un’assegnazione annuale simbolica di 1 azione.

Questo Piano si inserisce nel quadro di trasformazione ed evoluzione di Eni, che ha già preso iniziative straordinarie per sostenere i dipendenti in Italia durante la congiuntura economica sfavorevole, coinvolgendo oltre 20.000 persone.

Questa iniziativa testimonia l’impegno di Eni nel coinvolgere i dipendenti nella crescita e nel successo dell’azienda, promuovendo una maggiore partecipazione e un senso di appartenenza tra tutti i collaboratori.

READ  Hamelin Prog: BCE, Lagarde: fissare tassi a livelli restrittivi il tempo che serve - Finanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *