Povia positivo al Covid non va alla manifestazione di Genova contro il pass verde

“Sono positivo con un carico basso, sto bene”. Così, il cantautore povie, secondo quanto riferito ieri in un messaggio agli organizzatori, avrebbe annunciato la sua assenza dalla manifestazione genovese contro il colletto verde in piazza della Vittoria dove era atteso nel pomeriggio. Secondo il sito Genova24, gli organizzatori hanno sentito l’artista, le cui posizioni contro il vaccino contro il Covid sono note da tempo. “Non era in gran forma, ma siamo tranquilli”, ha detto uno degli organizzatori nello stesso sito.

Ma quelli contro il Vaccino contro il covid e il passaggio verde questa è solo l’ultima delle polemiche che vedono schierato il cantante. Povia era stato recentemente al centro di un’aspra polemica per la sua presa di posizione nei confronti del dof Zan (contro la discriminazione fondata sul sesso). E in tanti sul web avevano riso alla frase in cui rivendicava il diritto di parlare come autore di I bambini vanno oh.

Nel 2009 il cantante si è esibito a Sanremo con il brano Luca era gay, una canzone su una “cura” dell’omosessualità attirando violente proteste della comunità LGBTQ e il satira pungente di Elio e storie tese.

E parlando di Sanremo, che il cantautore milanese vinse nel 2006, Povia dai suoi social è intervenuto per smentire la notizia che fosse stato licenziato dalla commissione che aveva selezionato i cantanti per il concorso nel 2022, sostenendo che non si presentava da anni “per motivi ideologici e politici” e sostenendo che “la Rai e cioè il governo, non ammetterebbe mai a Sanremo un cantautore che metta in discussione le scelte schizofreniche, illogiche, incostituzionali e antiscientifiche del governo stesso».

READ  addio al reality, come si riduce - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *