Probabili formazioni Verona-Genoa: stringono i palloni

Mattia Bani in allenamento (foto di Genoa CFC Tanopress)

Lo ha sanzionato stasera il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: lo sport professionistico continuerà l’attività, compreso il campionato di calcio di serie A. Ha vinto così la linea dello “spettacolo deve continuare” anche se ci sono 35 aspetti positivi nei club e il numero sembra in questo momento aumentare ogni giorno: chi scrive ha sempre espresso forti dubbi sul proseguimento della stagione precedente e sull’inizio di quella attuale. Ma, visto che lo spettacolo deve continuare a tutti i costi (Malagò all’Ansa: “Nessuna decisione avventata sullo sport”) bisogna parlare, nonostante il Coronavirus che sta impazzendo, del calcio, dei vari regimi e delle attrezzature.

E arriviamo a Verona-Genova. Finora otto sono risultati negativi agli assorbenti interni: Zajc, Perin, Marchetti, Radovanovic, Behrami, Biraschi, Melegoni e Schöne. Nove rimangono positivi: Cassata, Lerager, Pellegrini, Pjaca, Zappacosta, Destro, Brlek, Criscito e Maschi. Considerando che tutti i giocatori negativi sono stati recuperati durante la settimana, è molto difficile (a proposito, fino alle 22.35 di oggi c’è ancora la lista dei convocati rossoblu, in cui immaginiamo che comprende anche diversi giocatori della Primavera), se non quasi impossibile, capire se quale di loro sarà in condizioni fisiche accettabili per scendere in campo domani sera al Bentegodi. Sembra quasi di scuotere le palle con i dadi per comporre la probabile formazione capace di giocare: un problema non solo per Maran che, se riuscirà a segnare punti, dovrebbe essere portato in trionfo a Pegli.

In ogni caso, stiamo cercando di abbozzarlo: anzi, di proporne due. Uno con 3-5-2 e l’altro con 4-4-2. Primo problema: Perin o Paleari in porta? Il nuovo portiere non è stato toccato dal Coronvirus e si è allenato regolarmente: potrebbe essere il favorito. In difesa, nel primo modulo, Goldaniga, Zapata e Bani: in caso di 4-4-2 Masiello a sinistra può fare “catena” con Czyborra, mentre a destra ci sarebbero Goldaniga e Ghiglione. Quest’ultimo sarebbe presente anche nel 3-5-2. E arriviamo alla mediana: nel 3-5-2 ci sono Badelj, Radovanovic (sperando che si sia ripreso) e Rovella; nel 4-4-2 ci sarebbero i primi due, alternativamente Rovella al posto del serbo anche se sarebbe una linea più leggera. Con Destro ancora fuori, l’attacco dovrebbe essere composto da Pandev e Shomurodov. Calcio d’inizio alle 20:45 dell’arbitro riminese Rapuano: ancora e ancora.

READ  Giro d'Italia, 17a tappa: vince O'Connor. Almeida in rosa | La cronaca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *