Raffica di dimissioni dopo l’assalto al Parlamento – Libero Quotidiano

Donald Trump corre il serio rischio di aver concluso presto e in modo inglorioso la sua carriera di Presidente degli Stati Uniti. Il magnate di New York è infatti sempre più solo, caricato anche dai repubblicani dopo aver incitato e sostenuto l’assalto al Parlamento da parte dei suoi fan: quello che è successo a Capitol Hill è una macchia indelebile per la democrazia americana e le reazioni sono state molto forti, anche perché il bilancio provvisorio parla di 4 morti, decine di feriti e più di 50 arresti. Le dimissioni dei collaboratori di Trump piovono sulla Casa BiancaI più importanti sono sicuramente quelli di Matt Pottinger, vice consigliere per la sicurezza nazionale, ma anche la first lady del capo di gabinetto Melania Trump ha deciso di lasciare il suo incarico subito dopo l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti. Inoltre, l’ipotesi di usa il 25 ° emendamento per eliminare The Donald, visto come non più capace di guidare il Paese dopo quanto accaduto nelle ultime ore: alcuni leader repubblicani sarebbero già d’accordo, mentre i democratici hanno chiaramente già iniziato a fare pressioni sul parlamentare Mike pence, che sarebbe succeduto a Trump fino all’inaugurazione di Joe biden.

READ  Il caso della Tunisia e la costosa inerzia europea - Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *