Regno Unito, terza dose a 32 milioni di persone: la decisione di Johnson

il UK sarebbe sul punto di formalizzare la necessità di a terza dose per contrastare questa pandemia di Covid. A rivelarlo è il Il telegrafo del giorno, che ha parlato di una decisione che ora sarebbe stata presa da Boris Johnson.

La notizia però era nell’aria da diverse settimane, a tal punto che il governo d’oltremare sta lavorando da tempo per avere una maggiore scorta di vaccini: per questi nuovi solleciti l’obiettivo sarebbe quello di vaccinare 2,5 milioni di dosi a settimana.

Dal momento che l’apprendistato nel Regno Unito da 6 settembre una terza dose del vaccino inizierà a essere somministrata alle persone sopra i 50 anni, alle persone fragili e alle persone più a rischio di malattia. pubblico totale di 32 milioni di persone.

La terza dose nel Regno Unito

Se si seguirà la tabella di marcia che è stata ideata dai partiti di Dwoning Street, nel Regno Unito alla fine lo farà dicembre vaccinare con una terza dose i 32 milioni di cittadini interessati.

È un modo per rafforzare l’attuale campagna di vaccinazione tra i sudditi di Sua Maestà e, soprattutto, per proteggere i cittadini britannici da Variante Delta e altre possibili mutazioni del virus.

il ministero della Salute di Londra avrebbe confermato che il governo”sta attualmente preparando un piano di vaccinazione supplementare“, Con consulenti medico-scientifici che”hanno già elaborato una prima raccomandazione intermedia sulle categorie prioritarie da coprire in autunno da un eventuale terzo vaccino”.

Manca ancora lo status ufficiale di Boris Johnson, secondo quanto riferito i consulenti JCVI completano il loro lavoro sull’argomento, ma il Regno Unito si prepara ancora una volta a pioniere nel campo dei vaccini anti-Covid, questa volta partendo prima delle altre superpotenze mondiali per somministrare una terza dose.

READ  Contagio a scuola, Bella (M5S): "La 14-18 anni è la più a rischio, ma io sono già in AD. Il rischio zero non esiste da nessuna parte" [INTERVISTA]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *