Russia, proteste contro la detenzione di Navalny: oltre mille arresti, arrestata la moglie del dissidente

A mosca le autorità hanno introdotto misure di sicurezza senza precedenti nel centro della città, chiusura di diverse stazioni della metropolitana vicino al Cremlino, deviazione del traffico degli autobus e disposizione della chiusura di ristoranti e negozi.

Il personale di Navalny ha chiesto che la protesta si tenesse a Mosca piazza Lubyanka, sede della Servizio di sicurezza nazionale, che secondo lo stesso Navalny è responsabile del suo avvelenamento.

Avvertimento del Cremlino – Nelle ultime ore il ministero dell’Interno russo aveva lanciato un severo avvertimento al pubblico di non partecipare alle proteste, affermando che i partecipanti potrebbero essere accusati di aver preso parte a rivolte di massa, che il codice penale, sono punibili con la reclusione fino a otto anni . Chi pratica violenza contro la polizia può rischiare fino a 15 anni.

La moglie di Navalny si fermò La polizia russa ha arrestato la moglie di Aleksey Navalny, Yulia Navalnaya, mentre si recava con un gruppo di manifestanti alla prigione Matrosskaya Tishina a Mosca, dove è detenuto l’avversario. Lo riporta Dozhd TV.

READ  L'uragano Iota è un MOSTRO DI CATEGORIA 4, l'America Centrale DEVASTATA DA FENOMENI ECCEZIONALI »ILMETEO.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *