Rutte visita i soldati: “Ora è grave” | Interno

In tutta Varsavia, nelle strade si possono vedere centinaia di migliaia di donne e bambini ucraini. Stanno mettendo a dura prova il bilancio polacco, sapeva Rutte, che ha stretto la mano a una madre di due figli dall’Ucraina. L’alloggio, l’istruzione, l’assistenza sanitaria e il sostegno finanziario per questo enorme gruppo sono una priorità. “Spero che possiate sistemarvi e tornare in Ucraina più tardi”, ha detto il primo ministro, incrociando le mani. “Preghiamo per questo”.

Rutte stringe la mano a un rifugiato ucraino.

Rutte stringe la mano a un rifugiato ucraino.

Gli anni delle dispute con la Polonia sullo stato di diritto e il blocco di miliardi di miliardi dal “fondo europeo per il recupero della corona” non sono stati centrali questa volta. Il premier Mateusz Morawiecki non ha voluto usare gli abitanti in più come un cambiamento politico: “Non mescoliamo i temi”.

L’articolo continua sotto il video.

50.000 persone nei Paesi Bassi

Rutte, che ha anche visitato un centro di accoglienza a Varsavia, ha affermato che gli alloggi olandesi per gli ucraini “saranno raddoppiati a cinquantamila persone”. Ma in Polonia il bisogno è molto più grande: «Qui è arrivato il disastro umanitario», dice seccamente Morawiecki.

Il primo ministro Mark Rutte e il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskowski visitano un centro di accoglienza per rifugiati.

Il primo ministro Mark Rutte e il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskowski visitano un centro di accoglienza per rifugiati.

“Sono molto impressionato dalla società polacca”, ha detto più tardi Rutte nella palestra dell’Arena Ursynow, dove erano allineati ordinatamente i lettini per trecento sfollati. Scout e volontarie in giubbotti gialli hanno aiutato.

bambini traumatizzati

“Molti bambini escono traumatizzati dalla guerra”, ha detto a Rutte il sindaco liberale Rafael Trzaskowski. Il primo ministro polacco ha affermato che si trattava di “rifugiati diversi” rispetto al 2015, quando la maggior parte dei richiedenti asilo siriani sono arrivati ​​in Europa. “Si tratta principalmente di donne e bambini”. Morawiecki vuole che l’Ue “chiuda tutti i porti alle navi russe” e “diventi indipendente dal gas e dal petrolio di Mosca”.

READ  Cina, turista bloccato sul ponte di vetro mosso dal vento - Corriere.it

Con lui, Rutte ha sostenuto una meticolosa documentazione di tutti i crimini di guerra. Ha intanto parlato con il presidente Zelensky di kyiv, che parlerà alla Camera dei rappresentanti. Mentre martedì il capo del VVD incontra il presidente turco dell’alleato della NATO, la Turchia, lunedì ha anche discusso di affari militari.

Durante la sua visita in Lituania, ha scattato una foto con i soldati: “Ora è una cosa seria”, ha detto ai soldati dei Limburgse Jagers. “Cinque anni fa, era ancora teorico”. Il campo era a dieci chilometri dalla Bielorussia, che sostiene il Cremlino nella sanguinosa guerra. “È la porta d’accesso all’area della NATO”, ha detto Rutte.

Ascolta anche Aggiornamento Ucrainail podcast quotidiano con le ultime notizie sulla guerra in Ucraina:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.