Senza corona durante le vacanze estive?  Queste regole si applicano ancora ai resort

Senza corona durante le vacanze estive? Queste regole si applicano ancora ai resort

Senza corona durante le vacanze estive?  Queste regole si applicano ancora ai resort

Costumi da bagno, crema solare, passaporto e oh sì, non dimenticare i tappi per la bocca! E hai il codice QR sul telefono? Per due anni, questo è stato senza dubbio gridato dai saloni durante le valigie per le vacanze. Se una vacanza fosse anche possibile grazie alle misure.

Quest’anno, i problemi di Schiphol sono probabilmente l’ostacolo più grande. In ogni caso, il corona virus non ferma i vacanzieri. Al sollievo dei paesi di vacanza. Ad esempio, il corrispondente italiano Anouk Boone afferma: “Nei giornali importanti, ora dovresti cercare attentamente le notizie sulla corona. L’idea è che abbracciano l’atmosfera estiva e vogliono avere un buon anno in termini di turismo.

Ma come detto: tutte le misure non sono scomparse. Perché il virus non è ancora arrivato. Questo è il numero di contagi ogni 100.000 abitanti in sei paesi europei:

E ora le regole.

Francia: la maggior parte dei contagi nella regione

A cominciare dalla meta di vacanza più popolare: la Francia. Se stai volando verso la terra del brie e della baguette, non dimenticare di scaricare la tua app Coronacheck con il tuo codice QR (di nuovo). Quando arrivi negli aeroporti francesi, devi sempre mostrarlo ufficialmente (anche se la probabilità che tu venga effettivamente controllato non è molto alta).

La tua destinazione è Nizza, in Costa Azzurra? Quindi assicurati di mettere anche i tappi per la bocca nella tua valigia. Da questa settimana, a causa dell’aumento dei dati sulla contaminazione, questi sono nuovamente obbligatori nei trasporti pubblici.

Germania: regole complicate sui tappi per la bocca

Questo tappo per la bocca è una storia complicata con i nostri vicini orientali. Questo rimane obbligatorio nei trasporti pubblici e negli ospedali. Rivenditori e musei possono decidere da soli se chiedono ai loro clienti di crearne uno. E attenzione: se i tappi per la bocca sono obbligatori, questo riguarda sempre le mascherine FFP2.

READ  L'Italia, vittima di abusi, chiede un'indagine indipendente: "La Chiesa non può farcela da sola"

In termini di a prova di corona, invece, i tedeschi sono più flessibili rispetto, ad esempio, ai francesi. La prova non è più necessaria, nemmeno per entrare nel Paese. Tuttavia, l’abolizione dell’uso dell’applicazione è temporanea. Potrebbe essere reintrodotto il 1 settembre.

Italia: aspettati i controlli

Poi l’Italia. In termini di regole, questo paese difficilmente differisce dalla Germania. Niente più codici QR nel paese, ma tappi per la bocca. Nei mezzi pubblici e negli stabilimenti medici e sempre una mascherina FFP2. E, soprattutto, non fare affidamento su controlli lassisti. “Ad esempio, nel trasporto pubblico ci sono davvero dei controlli, anche se spesso rimane con un promemoria”, spiega il corrispondente Anouk Boone.

Spagna: a seconda della regione

Se stai andando in Spagna, è meglio tenere conto dei controlli sull’app Coronacheck. Perché è ancora obbligatorio in Spagna. E anche i tappi per la bocca non sono un lusso inutile. Sono obbligatori nei trasporti pubblici, nelle farmacie e negli ospedali.

Lo stesso vale in realtà per gli esercizi di ristorazione, ma è improbabile che venga loro effettivamente chiesto. Tuttavia, le regole possono variare in base alla regione. Quindi, se stai andando in Spagna, controlla esattamente in quale regione stai andando e controlla il sito web delle autorità locali.

Portogallo: patria della primavera

Infine, il Portogallo. Il paese che ha spesso fatto notizia negli ultimi due mesi, a causa dei contagi che hanno raggiunto il picco lì. L’ultima variante del virus corona è stata la prima a prendere piede in Portogallo. E questo si rifletteva nei numeri.

Quel picco è ormai alle nostre spalle e inoltre le regole non sono mai diventate più rigide di prima del picco. Ciò che rimane è un requisito di maschera paragonabile agli altri cinque paesi in questo articolo. E un codice QR è importante anche per entrare in Portogallo e godersi una vacanza spensierata sulle spiagge dell’Algarve.

READ  Le orche speronano le barche, è l'allarme in Spagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *