Sette errori da non commettere all’asta di riparazioni di fantacalcio, tra uscite e acquisti – sos fanta



2 febbraio 2021 alle 23:00

Tutti i consigli sono nei nostri Guida all’asta di riparazione, tuttavia, fare attenzione a non commettere errori. Dalle domande che abbiamo visto, abbiamo notato alcune tendenze dell’asta, da quelle da pubblicare a quelle da prendere.

Jolly in mezzo al campo: Ci sono tanti jolly a centrocampo, giocatori che non sono sempre titolari. Ad esempio Ramirez, Eriksen, Andreas Pereira e Brahim Diaz, solo per citarne alcuni. Non ci sono consigli generali per questo tipo di giocatore, ma dipende dalla situazione: se hai già grandi jolly come Politano e Kulusevski, avere altri non proprietari serve a poco. Uno o due come questo potrebbero andar bene, anzi potrebbero esserti utili. Ma se ne hai 3-4, almeno due puoi liberarli per prendere dei portafogli sicuri, alcuni devi sacrificarli.

I proprietari della provincia: Un errore che vediamo è il rilascio del proprietario provinciale per prendere magari non giocatori che non sono dalla posizione permanente. Parliamo ad esempio di Caprari o anche di Gervinho. Nelle aste, è meglio rilasciare coloro che non giocano affatto, non chi li possiede. Uno come Caprari è stato preso come un 5-6 ° e cioè ha servito come riserva in attacco. Almeno a 10-12 giocatori come questo sono utili. A 6 anni è diverso. E se non hai attaccanti deludenti, puoi liberare un provinciale per puntare a una grande asta.

Zaniolo: “Dovrei tornare in campo entro aprile, in tempo per gli Europei”. Così aveva dichiarato Zaniolo a fine dicembre. Salta quindi febbraio e marzo per suonare in aprile e maggio, se va bene per due mesi su quattro. All’asta deve essere presa nel modo giusto. Forse l’errore è di prenderlo ogni tanto, di restare in dieci in un mese o di essere -20 dal 1 aprile. E anche se funziona bene, non ti farà bene. Il talento della Roma al contrario può essere prezioso per chi ha già 7 titolari e occupa i primi posti, magari ad aprile vi farà vincere il fantacalcio.

READ  Corsport - Inter, è colpa tua!

Correa: Tante domande sulla sua uscita. Viene da un gol ed è titolare offensivo per la Lazio, quindi può tenerlo. È improbabile che possa essere il peggiore nel tuo attacco, ci sono molti che hanno deluso o sono riserve. Possiamo solo pensare all’uscita nei campionati a 6, ma già all’8 è meglio tenerlo e rilasciarlo può essere un errore, ovviamente sperando che non abbia infortuni visto che sono il suo anello debole.

Lammers: Visto che è rimasto all’Atalanta, può essere rilasciato. Abbiamo visto qualcuno che lo sorvegliava anche senza avere altri attaccanti dell’Atalanta. Tuttavia, il suo tempo di gioco è molto limitato al momento, puoi trovare qualcuno che ha più spazio.

Troppo coppie: Un errore da non commettere è creare troppe coppie rosa. La tentazione c’è, il rischio è ancora più alto rispetto ai saldi estivi, perché magari hai un giocatore e vuoi prendere la sua riserva all’asta. Questo va fatto solo in casi eccezionali, perché altrimenti rischi di complicarti la vita anche nelle tue scelte. Ad esempio Borja Mayoral e Dzeko, vista la situazione, è meglio averli in coppia. Per difensori di medio livello e centrocampisti in generale, meglio di no.

I “grandi” lasciati liberi: Abbiamo notato che in diversi campionati ci sono ancora giocatori liberi importanti. Un nome per ogni reparto: Romero in difesa, Zaccagni a centrocampo e Vlahovic in attacco. L’errore è non prenderli dalle prime scelte, perché potremmo parlare molto di McKennie o Nzola. Ma ad esempio Zaccagni potrebbe essere migliore di McKennie e Vlahovic di Nzola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *