“Siamo al circo”, brutale esplosione in casa – Libero Quotidiano

La brutale esplosione di Aka7even nell’annuncio della casa Amici 20 ha solo il risultato di umiliare Arisa. La sera del programma Maria De Filippi stai rischiando un incidente diplomatico, a giudicare dalla reazione fuori controllo del giovane rapper. Ricapitoliamo: Arisa ha lanciato il guanto alla studentessa di Anna pettinelli, proponendo il confronto con Raffaele. La teoria del cantante abruzzese è quella di valorizzare il suo allievo confrontandolo con un altro concorrente in un contesto “particolare”. Approccio molto simile a quello di un altro giudice docente, Lorella Cuccarini, e che ha l’effetto di far suonare Aka7even e Raffaele in una prova a metà tra il canto e il ballo. Entrambi dovranno quindi cantare e contemporaneamente eseguire una coreografia sulle note di Mai veramente finito Pop star americana Katy Perry.

Non appena lo scopre, Aka7even perde la pazienza e inizia a girovagare per casa evacuando rumorosamente e lamentandosi con tutti quelli che incontra: “Non vogliamo umiliare e denigrare gli altri, min ** * a.spettacolo da circo. Devo esibirmi al circo o al Amici di Maria De Filippi? Non lo capisco. Al circo devo suonare. Mo, facciamo ballare tutti i cantanti grazie ad Arisa“, Sono state le sue parole intercettate dalle telecamere.

Il rapper, che ora dovrà tenere una lezione con l’assistente di Stephane Jarny, direttore artistico della serata, ha protestato ricordando che la danza non fa parte del suo “mondo” artistico e che il guanto arriva in un momento molto difficile a livello personale. A conferma, qualche giorno fa, ha addirittura abbozzato l’idea di andare in pensione. cosa succede se Tancredi gli ricordò che poteva rifiutare il guanto, di parere contrario la sua maestra Anna Pettinelli, che gli chiese di smetterla di lamentarsi e di vedere prima la coreografia e solo dopo, se necessario, di ritirarsi.

READ  GF Vip, furioso Gregoraci, Zorzi la bacchetta: bisogna dire la verità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *