Sony e Microsoft firmano un accordo per mantenere Call of Duty su PlayStation – Gaming – Notizie

Sony e Microsoft hanno firmato un accordo Call of Duty. Microsoft continuerà a rilasciare i giochi di Call of Duty sulle console PlayStation dopo che il gigante della tecnologia avrà rilevato Activision. Microsoft ha precedentemente affermato che continuerà a rilasciare CoD su altre piattaforme.

Il capo di Xbox Phil Spencer ha riferito domenica che Microsoft e Sony hanno firmato un “accordo vincolante” per mantenere Call of Duty su PlayStation dopo l’acquisizione di Activision Blizzard. Non si sa quanto durerà questo accordo. Microsoft ha precedentemente firmato accordi decennali con Nintendo e vari servizi di cloud gaming, tra gli altri.

L’accordo pone fine a una battaglia tra le due società. Sony ha resistito a lungo all’acquisizione di Activision da parte di Microsoft. Quest’ultimo ha promesso più volte in passato che CoD non uscirà su altre piattaforme, PlayStation compresa. Sony ha finora rifiutato di firmare un accordo con Microsoft per continuare a pubblicare Call of Duty sulle console PlayStation. Il produttore di PlayStation voleva fermare l’acquisizione.

Sony ha dichiarato nelle indagini sulla concorrenza e nelle cause legali che Sony è preoccupata che Call of Duty diventi un’esclusiva Xbox. Sony ha anche espresso preoccupazione per il fatto che Microsoft stia deliberatamente disturbando la versione PlayStation di Call of Duty. Il boss di PlayStation, Jim Ryan, ha scritto in precedenza in una e-mail interna che non è preoccupato che CoD diventi un’esclusiva Xbox. Ciò era evidente dai documenti rilasciati nell’ambito di una causa legale relativa alla proposta di acquisizione.

READ  Le classifiche di Pioli: vari dipinti sui muri di Milanello per capire da dove siamo partiti

L’acquisizione di Activision da parte di Microsoft è stata a lungo sotto pressione, ma c’è una crescente probabilità che l’accordo possa andare a buon fine. La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha cercato di bloccare l’acquisizione da parte di a inserimento preliminare mentre la sua indagine è ancora in corso, ma ha perso una causa per questo. La FTC ha presentato ricorso contro questa decisione.

Anche la britannica CMA, che in precedenza aveva bloccato l’acquisizione, è stata aperta a ulteriori concessioni dopo la conclusione della causa. La CMA può condurre una nuova indagine sull’acquisizione. Il regolatore aveva una scadenza del 18 luglio per emettere una decisione definitiva, ma recentemente ha deciso di posticiparla al 28 agosto. Ciò segue i rapporti secondo cui Microsoft intende fare ulteriori concessioni nel Regno Unito. Ad esempio, la società potrebbe vendere i suoi diritti di cloud gaming in quel paese.


Call of Duty: Modern Warfare 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *