Sostegno alla madre del ragazzo inglese in coma: ‘Pregate per un miracolo’

Archie è svenuto il 7 aprile ed è stato trovato a casa con una benda intorno alla testa. Probabilmente ha fatto una sfida online in cui le persone ci provano per un po’ fuori andare. Da allora, è stato su un ventilatore in un ospedale di Londra. Sua madre non lo lascia.

“Il suo cuore batte”

I medici hanno dichiarato la morte cerebrale di Archie il 31 maggio. L’ospedale vuole rimuovere il ventilatore perché non sarebbero necessari ulteriori trattamenti. Il giudice è d’accordo, si è scoperto ieri. Ma i genitori di Archie contestano il verdetto e fanno appello.

“Il suo cuore batte” disse Hollie Dance ha detto al quotidiano britannico The Guardian, “e vogliamo che il trattamento continui. Mio figlio non ha avuto abbastanza tempo. Sono avvenuti miracoli in cui le persone si sono riprese da danni cerebrali”.

Ha invitato i sostenitori a venire all’ospedale dove è stato ricoverato Archie la scorsa notte. Si sono presentate decine di persone. Hanno rilasciato palloncini viola, gridando, tra le altre cose: “Dai, Arch! Avanti, Arco!

Abbastanza tempo

Chiese e altre organizzazioni cristiane stanno aiutando i genitori di Archie nella loro campagna. Cercano di attirare l’attenzione sul caso nella speranza di dare ad Archie più tempo per riprendersi. “Stiamo con la famiglia e continuiamo a pregare per un miracolo”, ha affermato il direttore del Christian Legal Center, un’organizzazione che aiuta i cristiani con problemi legali.

Da allora l’ospedale ha assicurato che Archie riceverà tutte le cure di cui ha bisogno. “Faremo in modo che la famiglia abbia tempo sufficiente per presentare ricorso contro la loro decisione”.

READ  In "volo" sul carro: se i diplomatici russi lasciano la Corea del Nord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.