L’Italia ha lavorato duramente per la Ferrari dopo il Gran Premio dell’Azerbaigian 2022

L’Italia ha lavorato duramente per la Ferrari dopo il Gran Premio dell’Azerbaigian 2022

A due giorni dal terribile weekend di gara per la Ferrari, nella superpotenza italiana non è ancora tornata la calma. L’indagine sui problemi tecnici è in pieno svolgimento ei media italiani ovviamente seguono da vicino gli sviluppi. I titoli dall’Italia non sono certo teneri: ”Ferrari, perché sei così vulnerabile?”

Dopo un buon inizio di stagione, il pilota Charles Leclerc aveva apparentemente il controllo nella battaglia per il campionato. Dopo tre gare aveva già 46 punti di vantaggio su Max Verstappen. Oggi il mondo è molto diverso. Dopo due ritiri nelle ultime tre gare e un errore strategico durante il Gran Premio di Monaco, Leclerc è già a 34 punti dall’olandese. Nel campionato costruttori il distacco con la Red Bull, 80 punti, è ancora maggiore.

Come stanno reagendo i media italiani?

I media italiani ovviamente non sono gentili nei loro commenti sulla prestazione della Ferrari. Diamo un’occhiata ai rinomati giornali (sportivi) italiani.

La Gazzetta dello Sport

Il più grande outlet sportivo italiano è chiaro dopo la debacle di Baku: ”Ferrari, perché sei così vulnerabile?” titola a grandi lettere il quotidiano sportivo italiano. Gazzetta dello Sport scrive che il team ha preferito le prestazioni all’affidabilità e ora ne sta pagando il prezzo. Il giornale esprime preoccupazione per la prestazione della squadra di domenica.

Corriere dello Sport

Ma potrebbe essere ancora più drammatico: ”Il disastro della Ferrari cambia tutto: e adesso?” Corriere dello Sport† Il giornale vede nell’auto del potenziale, ma anche tanti ostacoli. La F1-75 è descritta come “un’auto eccellente, ma ancora immatura”. La Red Bull sembra essersi lasciata alle spalle i problemi di affidabilità e questo è motivo di preoccupazione.

READ  Tokyo 2020, programma e programma del 24 luglio: uno sguardo a scherma e ciclismo | Nuovo

Il Messaggero

Il titolo di messaggero è potente: ”Doppia Red Bull-Honda, debacle Ferrari”, scrivono. Una descrizione appropriata. Il giornale vede Leclerc fare “cose ​​​​magiche” sabato, ma non ricevere un premio domenica. Secondo messaggero la scuderia italiana deve mantenere la calma e imparare da come la Red Bull ha gestito questa situazione simile qualche settimana fa.

La Repubblica

In La Repubblica siamo particolarmente impazienti dopo aver criticato il motore Ferrari per essere rimasto indietro nei campionati piloti e costruttori. Il giornale accenna a un altro weekend di gara problematico. Il Gran Premio del Canada, infatti, è alle porte e la squadra ha poco tempo per indagare e risolvere i problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *