Statistiche bizzarre: ancora una volta gli Orange sono nella top 3 delle partite di Coppa del Mondo più antisportive | Arancia

Lo spagnolo Antonio Mateu Lahoz ha lanciato sette giocatori Orange e otto argentini in ricezione. E poi ha visto un fallo di mano di Lionel Messi – poi ingiallito per protesta – anche tra le dita.

Anche se la squadra di Louis van Gaal ha ricevuto meno cartellini dell’Argentina, la nazionale olandese è di nuovo in una lista discutibile. Gli Orange sono stati coinvolti in tre delle quattro partite di Coppa del Mondo con il maggior numero di cartellini gialli.

Paesi Bassi – L’Argentina ha un posto nella finale della Coppa del Mondo 2010. Nella battaglia finale per 1-0 contro la Spagna, l’Olanda ha ricevuto dieci cartellini gialli (di cui due per John Heitinga). Cinque giocatori sono stati controllati con gli spagnoli.

Il primato assoluto della carta rimane il duello entrato nei libri come “La vergogna di Norimberga”. Gli ottavi di finale del Mondiale 2006 contro il Portogallo sono degenerati in una battaglia in cui sono state pescate venti carte. I nazionali arancioni Khalid Boulahrouz e Giovanni van Bronckhorst, così come i portoghesi Deco e Costinha, sono stati gialli due volte. Il secondo posto è andato a Camerun – Germania (0-2) in cui anche uno spagnolo, Antonio López Nieto, si è imposto come protagonista con 18 cartellini gialli.

20 – Paesi Bassi – Portogallo (2006)
18 – Germania – Camerun (2002)
16 – Paesi Bassi – Argentina (2022)
15 – Paesi Bassi – Spagna (2010)
12 – Senegal – Uruguay (2002)

READ  Tsunoda e Ocon ricevono penalità in griglia dopo la sostituzione del cambio e del motore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *