Super cut bis contro un enorme Feldi. L’età dell’oro continua »Divisione Calcio a 5

Bisogna tornare indietro di quasi tre anni per trovare l’ultima squadra in grado di battere ilItalservice Pesaro. Era Acqua e sapone di Tino Perez, a Faenza. Fu da questa sconfitta in Coppa Italia che nacque la Special Team di Fulvio Colini. Cinque stelle. Tanti trofei biancorossi di fila. Il Feldi ci prova, si illude, mette a segno il colpo grosso prima di perdere 6-5 ai supplementari al termine di una finale di Supercoppa di mille e una emozioni.

LE SCELTE INIZIALI – Colini è senza Carlos Espindola, semplicemente il portiere meno battuto della Serie A: gioca Cianni, 20 anni dall’inizio del futsalmarket invernale al posto di Miarelli. Tonidandel, Salas, Borruto, Canal formano il quartetto del primo movimento dei campioni d’Italia. Samperi, che ritrova Colini a pochi mesi dalle Finali con il Meta Catania, recupera Pesk e anche l’ammaccato Bissoni: Dal Cin, Romano, Murilo Schiochet, Calderolli e Pesk i cinque detentori dell’Ebolitane Volpi.

LA PRIMA VOLTA – Questi i due portieri che non lasciano decollare la partita: Dal Cin respinge un superbo tiro dalla sinistra di De Oliveira dopo un bel tiro di destro, Cianni viene passato due volte, su un tiraccio di Calderolli e su Romano , sempre a distanza. L’Italservice è ancora molto vicino al gol con De Oliveira, ma Vavà è decisivo con la sua parata sulla linea. Il gol che sblocca la 23esima finale di Supercoppa arriva a 1’20” dal doppio fischio: Pesaro ritarda un cambio, Murilo Schiochet vede libero Calderolli, che infila Cianni da posizione defilata. Si va al riposo sull’1-0 per il rossoblu.

LA SECONDA METÀ Feldi non è la svogliata, lenta e prevedibile di questa prima parte di stagione (durante la quale ha mancato il gol delle Final Eight) e rischia in partenza il raddoppio con il pericolosissimo Caponigro: ancora una volta Cianni dice no. Gol mancato, gol subito: Salas inventa una grande partita, De Oliveira sostiene il gol dell’1-1. Volpi ancora in testa allo schieramento di Romano, sfiorato leggermente da Cianni. Pesaro ancora all’inseguimento, ci pensa il solito Salas. Che stavolta va da solo e batte Dal Cin. Neanche il tempo di capire che è il 2-2, che accade il capolavoro balistico di Murilo Schiochet: il suo sinistro a distanza siderale si infila sotto l’incrocio dei pali. Furiosa la reazione di Italservice: Dal Cin salva Salas e poi il bolide di Canal. Non arriva però il 3-3, ma il 4-2 di Feldi, ancora pareggiato da Calderolli. Continua una ripresa da urlo, senza esclusione di gol. Sotto due gol, Colini ha inserito il portiere del Taborda e in 2’15” è tornato il doppio svantaggio, prima con l’iradiddio Salas, poi con Taborda: 4-4 e tempi supplementari.

READ  "Fuso come il burro, ma undici leoni"

FINALE DECISO DA SUPPLEMENTI – L’Italservice trova il primo vantaggio nei supplementari, con Titi Borruto alle calcagna di De Oliveira. Ma non basta scrivere l’ultima parola della finale del PalaSele. Feldi torna con 5vs4 nella ripresa e realizza 5-5 con il solito Calderolli. Le sanzioni ci sono, sembrano inevitabili. Ma Colini rimette indietro il portiere di Taborda. E Honorio trova la rete che vale un trofeo. Il ventunesimo staff di Fulvio Colini tra cui UEFA Futsal, addirittura la nona Supercoppa per il primatista Maurito Canal. Questo è il quinto trofeo consecutivo per un Italservice Pesaro che fa da richiamo alla Supercoppa.

ITALSERVICE PESARO-FELDI EBOLI 6-5 punti (0-1 pt, 4-4 punti, 5-4 punti)
ITALSERVICE PESARO: Cianni, Tonidandel, Salas, Borruto, Canal, Ceccolini, Mariani, Fortini, Honorio, Taborda, Cuzzolino, De Oliveira, De Luca, Vesprini. Mandrie Colini

FELDI EBOLI: Dal Cin, Romano, Pesk, Calderolli, Schiochet, Vavà, Caponigro, Trentin, Bissoni, Senatore, Melillo, Selucio, Glielmi, Pasculli. Tutto. Samperi

MARCATORI: 18’40”pt Calderolli (F), 3’50” st De Oliveira (P), 6’28”aut. Cianni (V), 10’09” Salas (P), 10’48” Schiochet (V), 13’53″Calderolli (V), 14’59” Salas (P), 17’14″Taborda (P), 2’06” pt Borruto (P), 3’01” Calderolli (F), 3’58” Honorio (P)

AVVERTENZE: Schiochet (F), Bissoni (F), Vavà (F), Taborda (P), De Luca (P)

ARBITRI: Luigi Alessi (Taurianova), Michele Ronca (Rovigo), Salvatore Minichini (Ercolano) CRONOMETRO: Antonio Marino (Agropoli)

ITALIANO SUPERCUT GOLD ROLL SERIE A
1992 BNL Roma, 1993 sd, 1994 Ladispoli, 1995 sd, 1996 sd, 1997 Torino, 1998 sd, 1999 Torino, 2000 n / A, 2001 sd, 2002 Prato, 2003 Prato, 2004 Arzignano, 2005 Perugia, 2006 Arzignano, 2007 Luparense, 2008 Luparense, 2009 Luparense, 2010 Marca, 2011Marca, 2012 Luparense, 2013 Luparense, 2014 AcquaeSapone, 2015 Pescara, 2016Pescara, 2017 Luparense, 2018 AcquaeSapone, 2019 Italservice Pesaro, 2020 non attribuito, 2021 Italservice Pesaro

READ  Collezione Legacy of Thieves Let's Play

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.