Super League, Juve, Inter e Milan: ‘Perché abbiamo detto sì’

I tre club italiani coinvolti nel nuovo progetto spiegano le loro ragioni in comunicati stampa pubblicati sui loro siti web

“La Juventus annuncia la sottoscrizione con altri grandi club europei per la sottoscrizione di una nuova competizione calcistica europea, la Super League”. Inizia così la dichiarazione con cui i bianconeri confermano la loro adesione, con Milan e Inter per l’Italia, al nuovo campionato europeo per club annunciato domenica e che, nelle idee dei 12 club che hanno aderito, vorrebbero rivoluzionare il calcio europeo. .

mano tesa

La Juve nel comunicato stampa si rivolge alla UEFA, domenica pomeriggio molto dura reagendo alla notizia della nascita della Super League minacciando di escludere club dalle sue competizioni (le coppe, ma anche i campionati nazionali) e una richiesta di risarcimento miliardaria. Le società fondatrici continueranno a partecipare alle rispettive competizioni nazionali e, fino all’avvio effettivo della Super League, la Juventus ritiene di partecipare alle competizioni europee a cui ha diritto di partecipare. I club fondatori vogliono realizzare il progetto in accordo con Fifa e UEFA, ma la società nata per la Super League potrebbe anche intraprendere azioni legali per tutelare i propri diritti.

Perché sì

La Juve nel suo comunicato spiega perché ha detto di sì: “Siamo convinti che la Super League creerà valore a lungo termine per noi e per l’intero movimento calcistico”. Poi la precisazione sui tempi: “I club fondatori faranno del loro meglio per portare a termine il progetto il prima possibile. Tuttavia, la Società al momento non può garantire che il progetto sarà effettivamente realizzato o prevederne con precisione la tempistica. La Società, pertanto, non dispone attualmente di tutti gli elementi necessari per effettuare valutazioni dettagliate degli impatti che la Super League potrebbe avere sulle proprie condizioni e performance economico-finanziarie. “

READ  Olimpiadi, tennis. Emergenza calda: il morbo di Badosa. Medvedev protesta "Sto morendo"

Inter e Milan

Anche gli altri due italiani in Super League, Inter e Milan, hanno confermato la loro adesione al nuovo campionato, facendo eco all’annuncio fatto da tutti i club. “Il nuovo torneo annuale offrirà una crescita economica e un sostegno significativamente più elevati per il calcio europeo attraverso un impegno a lungo termine per fornire contributi di solidarietà illimitati, che aumenteranno con le entrate del campionato”, ha detto. Questi contributi di solidarietà saranno significativamente più alti di quelli generati dall’attuale competizione europea e dovrebbero superare i 10 miliardi di euro durante il periodo di ingaggio iniziale dei club. Inoltre, il torneo sarà costruito su una base finanziaria sostenibile con tutti i club fondatori che aderiranno a un quadro di spesa. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *