Take-Two posticipa il programma spaziale Kerbal 2 per la terza volta, rilasciato all’inizio del 2023

C’è davvero motivo di annunciare un po’ prima. A seconda di come lo fai, può essere un ottimo modo per avviare un dialogo con i fan, per scoprire insieme come dovrebbe essere il gioco. Questo è spesso correlato all’accesso anticipato, ma secondo me non è sempre necessario. Lo stesso Kerbal Space Program è un ottimo esempio di ciò che uno sviluppatore può ottenere interagendo con i fan. Subnautica è un altro gioco che è stato in gran parte trasformato dall’idea originale dello sviluppatore in qualcosa di molto migliore.

Esistono diversi modi per sviluppare e, in definitiva, gli sviluppatori devono scegliere il loro approccio. Anche annunciare le cose all’ultimo minuto non è garanzia di successo. Fallout 76 è stato annunciato all’ultimo minuto, ma quel gioco si è rotto. Oppure hai un gioco come Evolve, che aveva anche una campagna di marketing molto breve, ma per questo molte persone semplicemente non lo sapevano. Evolve ha fallito nonostante fosse un gioco davvero ben progettato. C’erano ovviamente altri fattori, ma allungare un po’ verso l’uscita di certo non avrebbe fatto male.

Conclusione: se ci fosse un modo magico che fosse il migliore, lo avremmo già trovato. Da consumatore non resta che attenersi alla regola d’oro: niente preordini. E altro ancora: acquista il gioco sperando di ottenere quello che è ora. Le promesse sul futuro dovrebbero essere completamente ignorate.

READ  "Ronaldo toglie le castagne dal fuoco e lo avrebbe fatto anche con la Fiorentina se ..."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.