Talebani confermano la morte del leader di al-Qaeda al-Zawahiri | All’estero

L’egiziano al-Zawahiri era un medico ed ex prigioniero politico quando negli anni ’80 gettò le basi di al-Qaeda in Afghanistan, con il saudita Osama bin Laden (1957-2011) in Afghanistan. Questo è diventato famoso a causa degli attacchi in Kenya e negli Stati Uniti, tra gli altri.

Bin Laden era la figura di spicco e sostenitore della rete terroristica, ma fin dall’inizio al-Zawahiri è stato visto come la forza trainante del movimento. È anche accreditato di essere la mente degli attacchi terroristici nel nord-est degli Stati Uniti nel 2001, che hanno ucciso quasi 3.000 persone. C’era un premio di $ 25 milioni sulla sua testa. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha definito l’eliminazione di al-Zawahiri il peggior colpo per al-Qaeda dalla scomparsa di bin Laden.

Al-Zawahiri e il suo gruppo terroristico al-Qaeda sono stati oscurati nel corso degli anni dai jihadisti che hanno anche condotto una campagna per il proprio stato nella lotta contro l’Occidente. Erano guidati principalmente da ex soldati sunniti iracheni e circa otto anni fa, in parte sotto l’influenza della guerra civile siriana, riuscirono a stabilire un regno del terrore in gran parte della Siria e dell’Iraq che fu chiamato Califfato. Il gruppo terroristico dello Stato Islamico vi ha governato fino al 2017.

READ  Sostegno alla madre del ragazzo inglese in coma: 'Pregate per un miracolo'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.