Tim Merlier scatta in modo convincente per vincere a Nokere Koerse

Nokere Koerse cadde preda di Tim Merlier. Dopo una gara di quasi 190 chilometri si è rivelato uno sprint di gruppo su Nokereberg e in questo sprint il leader di Alpecin-Fenix ​​si è rivelato il più veloce. Ha battuto Max Walscheid (Cofidis) e Arnaud De Lie (Lotto Soudal) con uno sprint lungo.

Il gruppo di testa della giornata era composto da cinque corridori. Il francese Adrien Lagrée (B&B Hotels-KTM) e l’americano Robin Carpenter (Human Powered Health) hanno accompagnato i corridori locali Aaron Verwilst (Sport Vlaanderen-Baloise), Gil D’Heygere (Minerva) e Kobe Vanoverschelde (Tarteletto-Isorex). Hanno subito preso un vantaggio di tre minuti.

Due squadre belghe guidano il campo per controllare il gruppo di testa: Alpecin-Fenix ​​al servizio di Tim Merlier e Lotto Soudal al servizio di Arnaud De Lie. Brutte notizie a 100 chilometri dal traguardo per uno dei maggiori concorrenti di Merlier e De Lie, il francese Hugo Hofstetter. È caduto forte, ma è stato in grado di continuare la sua strada con abrasioni alle natiche.

Casper van Uden organizza un nuovo attacco
Il gruppo non si è fermato e dopo che anche il Bingoal Pauwels Sauces WB si è presentato in testa, la fuga iniziale è stata già presa a più di ottanta chilometri dal traguardo. Casper van Uden (Team DSM) è stato il prossimo attaccante, insieme a Samuele Zoccarato (Bardiani-CSF-Faizanè) e Andreas Goeman (Tarteletto-Isorex). L’italiano si arrende subito, ma l’olandese e il belga restano in vantaggio.

Andreas Goeman in fuga – foto: Cor Vos

Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Lukas Pöstlberger (BORA-hansgrohe) sono poi passati al gruppo di testa. I quattro hanno pedalato a 50 secondi dalla combinazione ed è stato il segnale per Victor Campenaerts di premere sull’acceleratore sul selciato di Huisepontweg. Fu l’inizio di una serie di attacchi che raggiunsero i primi a 23 chilometri dal traguardo.

READ  Italia-Macedonia, sarà la notte di Chiesa: dal rimpianto Mondiali alla missione Euro 2024

Il pilota Groupama FDJ, Samuel Watson, ha poi provato in solitaria. Ha preso un vantaggio di venti secondi in pochissimo tempo. L’ultima sezione della Lange Ast ha causato qualche turbolenza, ma gran parte del gruppo è rimasta unita. Per Watson, l’avventura è finita anche dopo la Lange Ast.

Merlier è il più forte su Nokereberg
In seguito anche altri tentativi falliti sono stati neutralizzati, ma il gruppo si era notevolmente assottigliato nelle ultime sezioni acciottolate. Gli Emirati Arabi Uniti hanno quindi preso in mano la situazione per conto di Pascal Ackermann, ma anche Lotto Soudal aveva un treno al servizio di De Lie. Alla fine, è stato Groupama-FDJ ad avere le migliori posizioni nell’ultimo chilometro.

Questo è stato contato da Tim Merlier, che ha preso di nuovo il comando nella parte in discesa verso Nokereberg. A tutta velocità si è tuffato nell’ultima curva, dopo di che ha resistito anche allo sprint. Max Walscheid era a poche lunghezze di bicicletta dal secondo, davanti al festeggiato Arnaud De Lie. Bert Van Lerberghe ha concluso appena fuori dal podio in quarta posizione. Bram Welten (Groupama-FDJ) è stato il miglior olandese al quinto posto.

Nessuna taglia su Tim Merlier – foto: Cor Vos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *