Tim rifiuta lofferta del Mef su Sparkle: non soddisfacente

Tim rifiuta lofferta del Mef su Sparkle: non soddisfacente

Il Consiglio di Amministrazione di TIM ha respinto l’offerta del Ministero dell’Economia e delle Finanze per l’acquisizione di Sparkle, definendola inaccettabile. Al suo posto, l’Amministratore Delegato Pietro Labriola è stato incaricato di negoziare un’opzione alternativa con il Ministero, con la possibilità di apportare modifiche alle condizioni contrattuali. TIM intende mantenere una partecipazione nella società per un periodo determinato e supportare l’attuazione del piano strategico.

Inoltre, il Consiglio di Amministrazione ha continuato le attività volte a presentare una lista di maggioranza per il rinnovo del consiglio durante l’assemblea per l’approvazione del bilancio del 2023. Il presidente ha informato sulle iniziali attività svolte con i principali azionisti, gli investitori istituzionali e i proxy advisor.

Durante la riunione, è stata presentata e approvata all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione la proposta relativa ai criteri di selezione dei candidati. Questi criteri saranno utilizzati per individuare i candidati più adatti a far parte del rinnovato consiglio di TIM.

Questi sviluppi sono di grande importanza per la società italiana di telecomunicazioni TIM, che sta cercando di definire il suo futuro e di prendere decisioni strategiche fondamentali per il suo successo a lungo termine. Continueremo a seguire da vicino le prossime mosse di TIM e le negoziazioni con il Ministero dell’Economia e delle Finanze per capire come si evolverà la situazione.

READ  Visco: Il Pil si blocca, i rischi diminuiscono - Agenzia ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *