Totti fa causa ad Amaral e Di Livio smentisce: “Accuse assurde”

ROMA – Il accusare Anch’io pesante lasciarsi andare e fingere che non sia successo niente. Quindi, anche se gli amici gli hanno detto di andare avanti e lasciarlo indietro, Francesco Totti è pronto a continuare Ha detto Alexandre da Silva Mariano Amaral, ex giocatore della Fiorentina. Quello brasiliano SporTv lui gettò un’accusa molto pesante all’ex capitano giallorosso: “Totti mi ha chiamato “negro” e mi ha detto che nella favela ho mangiato m … a. Ho capito qualcosa e ho minacciato di farle del male, di rompere qualcosa, ma Di Livio mi ha chiesto di calmarmi. “È il capitano”, ha detto. E io ho risposto “ma cosa sta succedendo? Mi manco di rispetto!” Ero così nervoso che volevo battere Totti “.

Roma, la rinascita di Karsdorp: il lavoro, il cibo e la famiglia di Fonseca

Per la prima volta un giocatore ha accusato Totti di razzismo, anche per questo la storia raccontata dopo i diciott’anni se ne va molti punti interrogativi. Anche perché Totti e Amaral si sono incontrati una sola volta in campo, il 3 febbraio 2002, ad Artemio Franchi, in una partita terminata 2-2. “E ‘assurdo che Totti abbia detto una cosa simile, e nego di aver arrestato Amaral dopo queste presunte condanne. – ha affermato Angelo Di Livio, che ha parlato ieri sera con Totti per esprimere solidarietà al caso -. Totti non è un razzista, la conferma arriva da trent’anni di carriera senza mai polemiche contro di lui. Amaral aveva chiaramente bisogno di pubblicità, ma Francesco era davvero scioccato. ”

Il dentista dei calciatori: “Spinazzola e Veretout al top. Che lavoro con Pellegrini e Luis Alberto!”

READ  con la spezia per il riscatto

Guarda il video

Roma, torna a splendere il murale di Totti al Rione Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *